Home » Senza categoria » 6 ricette dal mondo per preparare il pane senza lievito

6 ricette dal mondo per preparare il pane senza lievito

photo credit ilgiornaledelcibo.it

Esistono tante storie che parlano di pane, oggi ci dedicheremo alle innumerevoli versioni che giungono da tutto il mondo, accomunate però dalla totale assenza del lievito nella loro preparazione.
Il nostro viaggio nel mondo del pane senza lievito ci porta a scoprire molte diverse preparazioni: dal pane Esseno, costituito da germogli, passando per il pane Azzimo continuando con il Chapati ed il Papad indiani per poi giungere al Lavash ed al pane irlandese a base di bicarbonato.

Si tratta di molti modi diversi di raccontare il cibo, legato però sempre alla cultura.

Pane senza lievito: 6 versioni e ricette da scoprire

Pane esseno

Gli Esseni, antico popolo ebraico, preferivano alla classica cottura, l’essiccazione. Ritenevano, infatti, molto importante preservare la vitalità e l’energia dei cibi. La loro tipologia di pane senza lievito, il pane esseno, non si discosta così da questo fondamento.

Ciò che contribuisce a rendere speciale questo pane è l’alto contenuto in vitamine e sali minerali: esso viene, infatti, preparato a partire dai germogli di grano, superfood per eccellenza addirittura intesi come integratori naturali. Viene utilizzata una cottura dolce come quella data dal sole (o da un essiccatore) la quale preserva quasi totalmente gli elementi vitali dei cibi.

Il pane esseno si può preparare con molti tipi diversi di germogli ed è possibile usarli puri o mescolandoli tra loro: quelli di grano, miglio, farro, orzo, segale, grano saraceno, avena sono i più utilizzati.

germogli di soia

photo credit ilgiornaledelcibo.it

Ingredienti

  • 200 g germogli
  • q.b. sale integrale
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • q.b. spezie ed erbe (rosmarino, timo, salvia, paprika dolce, curcuma, peperoncino…)

Procedimento

  1. Preparate i germogli: ammollate i chicchi per una notte e poi sciacquateli. Lasciateli quindi germogliare per 48 ore in un germogliatore o in un semplice barattolo di vetro, avendo cura di risciacquarli ogni 12 ore circa, fino a chenon siano cresciuti.
  2. Quindi frullate i germogli, dopo averli risciacquati in acqua fredda, usando un frullatore ad immersione, aggiungete le spezie e le erbe che avete scelto a seconda del vostro personale gusto e i semi di sesamo.
  3. Su una leccarda, rivestita con carta da forno, adagiate l’impasto.
  4. Provvedete con le mani ad appiattirlo il più possibile così da creare una sfoglia sottile.
  5. Se volete pre tagliatela cosicchè una volta essiccata sarà più facile suddividerla.
  6. Lasciatela quindi essiccare al sole oppure, utilizzate un essicatore, per un tempo variabile tra le 10 e le 12 ore a seconda dello spessore della vostra sfoglia.

Vegan Soda bread

Il soda bread è il tradizionale pane senza lievito irlandese il quale grazie ad un mix di bicarbonato di sodio e latte, permette di ottenere un pane morbido e gustoso. Di bicarbonato ve ne avevo già parlato in merito alla spesa vegan e agli alimenti da mettere nel carrello, questo per la sua grande versatilità.

Questo pane è velocissimo da preparare: il trucco per la sua buona riuscita è infornarlo immediatamente non appena è pronto l’impasto. In questa sua versione, tutta vegan, l’aceto di mele ed il latte di avena sostituiscono completamente il latte.

soda bread irlandese

photo credit ilgiornaledelcibo.it

Ingredienti

  • 200 g farina di manitoba
  • 200 g farina di grano tenero integrale
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • mezzo bicchiere di latte d’avena
  • q.b. acqua
  • 1 cucchiaino colmo di bicarbonato

Procedimento

  1. Unite le farine con il bicarbonato miscelando bene con un cucchiaio di legno. Quindi unite il latte d’avena nel quale avrete disciolto l’aceto.
  2. Impastate il più velocemente possibile e se necessario aggiungete dell’acqua.
  3. Ottenete un impasto morbido ed omogeneo.
  4. Ponetelo in uno stampo per plumcake o in una tortiera dai bordi alti foderata con carta da forno
  5. Cuocete in forno ventilato preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti.

Lavash

Armenia, Iran, Azerbaigian sono accomunati dal Lavash, pane senza lievito, morbido e sottile, con il quale vengono accompagnati i piatti tipici di queste regioni a base di verdure e legumi. Questo pane si ottiene da una sfoglia sottilissima lavorata a mano e con cura, quasi a ricordare una sottile pasta sfoglia.

lavash

photo credit ilgiornaledelcibo.it

…continua a leggere l’articolo su Il Giornale del Cibo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Rispondi