Categoria: Democrazia e Libertà

“Women: new portraits” la donna vista da Annie Leibovitz

Assistere alla mostra di Annie Leibovitz, artista e decisa sostenitrice dell’uguaglianza di genere, è stato come ritrovarsi accolti a casa di una vecchia amica che mettendoti a tuo agio ti racconta di quella volta che ha incontrato Jane, Patti o Elizabeth. Tutto bene se solo non si trattasse di J.Goodall, P.Smith o Queen E. Ebbene, il piccolo ingresso che ti accoglie tra i rami d’edera, li subito dopo il cortile, rivela presto uno spazio industriale, recuperato, ampio ed arioso ma al contempo in grado di sussurrare “vieni, ma fai attenzione a dove metti i piedi”. La luce è bassa anche […] read more…

Bracconaggio ed Ue, corni di rinoceronte valgono più di oro e cocaina

Quest’articolo lo puoi leggere anche su greenreport.it il quotidiano per un’economia ecologica L’international Fund for Animal Welfare, l’IFAW, lancia un allarme forte e chiaro a Bruxelles: il bracconaggio non ha mai toccato livelli così alti prima e ciò è spiegabile solo dall’ingresso del crimine organizzato nell’affare. Come spiega Satyen Sinha, responsabile di IFAW, «I criminali sono attratti dal traffico di fauna selvatica per il basso rischio, gli alti profitti e le basse sanzioni…prodotti come i corni di rinoceronte possono valere più di oro e cocaina e i profitti arrivare ad oltre il mille per cento rispetto agli investimenti…». In Africa sta […] read more…

La piccola rivoluzione

E’ un venerdì qualunque di fine luglio ormai, ancora due settimane e potrò concedermi quindici giorni di relax in compagnia dei miei pensieri, del mio compagno e dei miei dolci mostri completamente immersi nella natura. Davanti a me però ho ancora due settimane di lavoro e di quello intenso: la preparazione di un nuovo laboratorio per bambini ed adulti sui progetti di “guerrilla gardening” , l’inizio di una collaborazione davvero piacevole con il magazine BlossomZine della mia amica Dana, la collaborazione con VegHip, l’allestimento della mia bottega, la stesura del mio secondo libro e la voglia di concludere, almeno burocraticamente, […] read more…

Giornata mondiale del commercio Equo e Solidale festeggiamola con Altromercato

          Coltivare un’altra economia, basata sulla solidarietà e il rispetto è possibile. Parlando di consumi e di economia spesso non ci fermiamo a riflettere sul vero significato di questi concetti. L’economia è fatta dalle persone e dalle loro vite: tutti noi, spinti dalla passione o dalla remunerazione, ci svegliamo la mattina e lavoriamo. Questo lavoro però per molti significa oltre che gratificazione e senso di utilità, anche la possibilità di vivere una vita felice e libera. E’ questo il concetto sui cui si fonda il movimento mondiale definito “Commercio equo e solidale“. La storia non è certa, ciò che […] read more…

Come diventare consum-attori con “coltiva” di Oxfam

Sono stata contattata da una ragazza molto gentile che mi scrive per informarmi di una campagna di sensibilizzazione portata avanti dalla confederazione internazionale Oxfam, una rete globale di ONG. Mi scrive per coinvolgermi attivamente nella promozione di questa campagna globale, in vista del lancio del METODO COLTIVA. Oxfam Italia Onlus è parte della rete Oxfam, che lavora in 92 paesi del mondo per sconfiggere la povertà e l’ingiustizia sociale portando avanti progetti di assistenza umanitaria oltre che sviluppo di campagne di opinione: sul loro sito è possibile leggere “…crediamo che cambiare le politiche, le pratiche, gli atteggiamenti e le opinioni […] read more…

Coltan: sangue, guerra e schiavitu’ in un cellulare

Si avvicina il Natale e forse hai già sognato il nuovo cellulare da farti regalare. Ormai saprai tutto, descrizione tecnica, costi, qualità ma…sai anche quanto sangue, guerra, distruzione e sfruttamento c’è in quello che desideri? Tutti dovrebbero conoscere, tutti dovrebbero sapere che cos’è il Coltan. Lo scandalo del Coltan infatti è uno scandalo che riguarda tutti noi, è uno scandalo che poggia le basi sui nostri consumi, sui nostri desideri e sulla nostra voglia di avere sempre di più, non curanti del prezzo che qualcun’ altro pagherà. La storia del Coltan è una storia che si nasconde nel nostro cellulare […] read more…

La decrescita felice da Serge Latouche a Maurizio Pallante

Maurizio Pallante, ideatore del movimento di decrescita felice si è sempre ispirato ai movimenti delle città della transizione. Per lui è necessario rivedere l’indicatore della nostra economia per eccellenza: il Pil. Il Pil infatti serve a quantificare le quantità di merci scambiate. Quest’indice però, come tutti gli indici matematici, è sterile perché non fa alcuna differenza tra merci e beni. Sembra infatti una banalità invece non lo è: le merci sono “oggetti o sevizi che si acquistano scambiandoli con denaro” mentre i beni sono “oggetti o sevizi che rispondono a un bisogno”. La chiave dell’idea rivoluzionaria di decrescita sta proprio […] read more…

Pagina successiva »