Categoria: Informazione

Le app #vegansofig free che proprio non puoi farti scappare

Diciamocelo, che gli smartphone ci abbiano facilitato la vita (e alle volte anche sequestrata) è pura verità, ma come sempre non dimentichiamo che il vero significato degli oggetti risiede nel modo d’uso degli stessi e non nelle loro funzioni tecnologiche più avanzate. Ci insegnano i nostri cugini che un bastone può essere utilizzato in molti modi anche, ad esempio, per porre fine alla fame più nera e raggiungere il cibo tanto agognato e non solo (come invece verrebbe da fare a noi sapiens) per darlo in testa al nostro peggior nemico. Ebbene, se il passaggio che bisogna compiere dagli studi […] read more…

Bracconaggio ed Ue, corni di rinoceronte valgono più di oro e cocaina

Quest’articolo lo puoi leggere anche su greenreport.it il quotidiano per un’economia ecologica L’international Fund for Animal Welfare, l’IFAW, lancia un allarme forte e chiaro a Bruxelles: il bracconaggio non ha mai toccato livelli così alti prima e ciò è spiegabile solo dall’ingresso del crimine organizzato nell’affare. Come spiega Satyen Sinha, responsabile di IFAW, «I criminali sono attratti dal traffico di fauna selvatica per il basso rischio, gli alti profitti e le basse sanzioni…prodotti come i corni di rinoceronte possono valere più di oro e cocaina e i profitti arrivare ad oltre il mille per cento rispetto agli investimenti…». In Africa sta […] read more…

Giornata mondiale del commercio Equo e Solidale festeggiamola con Altromercato

          Coltivare un’altra economia, basata sulla solidarietà e il rispetto è possibile. Parlando di consumi e di economia spesso non ci fermiamo a riflettere sul vero significato di questi concetti. L’economia è fatta dalle persone e dalle loro vite: tutti noi, spinti dalla passione o dalla remunerazione, ci svegliamo la mattina e lavoriamo. Questo lavoro però per molti significa oltre che gratificazione e senso di utilità, anche la possibilità di vivere una vita felice e libera. E’ questo il concetto sui cui si fonda il movimento mondiale definito “Commercio equo e solidale“. La storia non è certa, ciò che […] read more…

L’Opossum pigmeo a rischio d’estinzione a causa del global warming

Mountain Pygmy-opossum ( Burramys parvus ) Fonte: http://www.environment.gov.au/   Opossum australiano a rischio estinzione per colpa del clima che cambia. I cambiamenti climatici ai quali si vede sottoposta la nostra Terra, lo sappiamo, non sconvolgono solo le nostre abitudini o la nostra vita, sono, infatti, enormi e stanno avvenendo su tutto il pianeta coinvolgendo interi ecosistemi fino ad ora perfettamente funzionanti, e questo proprio a causa dell’innalzamento, anche solo di 1 grado, delle temperaure. Ciò perché ogni cosa, anche se spesso tendiamo a dimenticarlo, é collegata ed ancor di più in natura. In Australia, una specie di opossum pigmeo montano molto rara (si contano poco più […] read more…

Liberta’ negata: le grandi scimmie ed il commercio illegale

  Le grandi scimmie quali gorilla, scimpanzé, orangutan rischiano sempre di più l’estinzione per colpa del commercio illegale selvaggio. A lanciare nuovamente l’allarme sulle loro gravi sorti è direttamente l’ONU e non solo. Con un ritmo di 3000 individui ogni annoesse vengono strappate ai loro habitat, come l’Africa centrale ed il Sud-est asiatico, per essere esportate in alcuni paesi dell’Asia e del Medio Oriente ( tra i maggiori paesi implicati vediamo Arabia Saudita, Emirati Arabi, Libano, Cina, Thailandia e Cambogia) a causa del commercio illegale, dell’esportazione in paesi che usano questi animali come merce, attrazione turistica o per venire rinchiusi in zoo, parchi privati o ancora per venir esibiti […] read more…

Quei rospi mutanti nella citta’ industriale di Gladsone

Da quando Rachel Carlson ha scritto il suo “primavera silenziosa“, di acqua sotto i ponti ne è passata e molta anche, ma la cosa che turba ancora oggi, dopo più di 40 anni, è rendersi conto che un libro come quello è, non solo perfettamente attuale, ma anche dotato di un enorme potere di previsione, allora come oggi. E’ questo quello che ho pensato non appena ho appreso solo l’ultima, in ordine di tempo, notizia che mi è capitata sotto gli occhi circa l‘inquinamento di origine antropica (come se ne esistesse di altro tipo!) che sta interessando la zona nord orientale australiana. Nella città […] read more…

Minacciare la biodiversità senza vergogna

Apprendere che una compagnia di estrazione petrolifera, in questo caso la ibericargentina Pluspetrol, voglia procedere all’estrazione di gas naturale da una zona che è secondo l’Unesco “la zona più ricca di specie di tutta la terra” certo non coglie di sorpresa, ma certamente ci disgusta. E molto anche. Questo è più o meno quello che accadrà se la multinazionale che sta monitorando il parco nazionale Manu’ nell’Amazzonia peruvianariuscirà ad ottenere i permessi per le proprie ricerche. La notizia, apparsa sul Guardian è allarmante: il governo peruviano sembra possa, infatti, concedere una serie di permessi che includeranno anche lo sfruttamento della riserva. Manù è casa del 10% di […] read more…

Pagina successiva »