Categoria: Natura

Ikigai: la formula della felicità

Tweet Leggo l’articolo del The Guardian “Vuoi vivere più a lungo? trova il tuo ikigai” e non posso fare a meno di chiedermi da dove provenga quest’ansia, questa strenua rincorsa verso l’essenza della felicità, questa continua ricerca verso il dover esser per forza felici, sempre e sino a che ogni minuscola cellula del nostro corpo non lo sia. Sbaglio o qualcuno una volta disse che per apprezzare un bel cielo stellato bisogna aspettare prima che abbia finito di piovere? Insomma […] read more…

Kokedama fai da te: l’arte vegetale giapponese delle piante volanti

Tweet I Kokedama o air bonsai spopolano ormai da molto tempo e sono entrati a fare parte dei nostri giardini come naturale evoluzione dei bonsai. Queste “palle di muschio“o bonsai volanti, traduzione letterale del loro nome, rivestono ormai un posto d’onore in ogni luogo verde che si rispetti e grazie soltanto alla loro presenza, sono capaci di rendere un luogo prima sterile immediatamente zen-minimal e green-chic. Non lasciatevi ingannare dal loro portamento e dalla loro apparente ricercatezza, se pensate che […] read more…

Baratto di semi quinta edizione dal 28 aprile al 5 maggio: scambia la natura

Tweet “Baratto: scambio diretto di beni contro beni, senza uso della moneta.” Baratto di semi: creazione di tanti piccoli pacchetti contenenti natura che dorme ed è in attesa di essere risvegliata. Un’amica qualche giorno fa, in occasione di un nostro incontro, mi ha regalato un piccolo sacchettino di semi di tagete così, come per magia, mi ha fatto balenare in mente l’idea di creare un quinta edizione del baratto di semi. Anche quest’edizione parte libera e senza vincoli, come sempre: […] read more…

Pasqua in arrivo, niente uova ma bombe verdi: prepara e regala seed bombs!

Tweet Che vi devo dire, da vegana non posso che pensare alla Pasqua (pur io non essendo religiosa) come l’esalatazione della cioccolata e non certo delle uova (vere) decorate eppure da un po’ di tempo ho scoperto e deciso di insegnare a chi si è appassionato di guerrilla gardening, che tantissima soddisfazione la danno altre “uova”, egualmente colorate e decorate e che possono essere realizzate da grandi e piccini assieme con grande facilità e certo divertimento. Il risultato sarà un […] read more…

Riuso e riciclo dei fondi di caffè: la potenza dell’handmade

Tweet Il caffè, immancabile protagonista del profumo che si sente la mattina appena svegli grazie a quel “qualcuno” che con tanta dolcezza ve lo prepara, si presta a mille e un uso anche dopo averlo sorseggiato. Primo uso, facile e di larghissimo impiego, quello in giardino: vi basterà infatti aver l’accortezza di conservarlo facendolo essiccare, aggiungendolo poi nel terriccio per rendere il substrato di nuovo fertile e ricco. A causa del suo valore di acidità meglio non esagerare e non […] read more…

Soluzione radicante per talee fatta in casa

Tweet Ebbene, tempo fa avevo già scritto di come realizzare talee, margotte e innesti quindi non mi ripeterò, potrete infatti rileggere QUI il post. Ciò di cui oggi vorrei parlarvi è come realizzare con estrema facilità e soprattutto in modo completamente naturale, una soluzione radicante per talee. Ma a cosa serve? non serve ad altro che a dare una piccola spintarella alla nascita radicale nelle nostre piccole talee. Questo, infatti, è il periodo perfetto per realizzare talee e con pochissimi […] read more…

Gesti d’amore sparsi e a caso: è quasi il nuovo anno!

Tweet Sottotitolo… la fine del 2015 è vicina ed allora quale può essere il modo migliore per accogliere il nuovo anno se non quello di mettere in pratica un gesto di amore ed altruismo? In meno di 10 minuti, con estrema semplicità e tutto con le nostre mani (naturalmente!) prepareremo delle bellissime (e buonissime!!!) tavolette super nutrienti per piccoli visitatori che approderanno felici nei nostri terrazzi, balconi o giardini. Naturalmente vegan e sani! Cosa servirà? potrete aquistare mix di semi […] read more…

baratto di semi quarta edizione

Baratto di semi 4° edizione!

Tweet Chi non ha mai provato il gusto del baratto, dello scambio, della creazione minuziosa di tanti piccoli pacchetti contenenti vita e natura allora non può capire che significa partecipare al baratto di semi! Anche quest’edizione, la quarta, parte libera e senza vincoli come siamo ormai abituati a fare! Dobbiamo solo scegliere semi naturali, barattarli con amore e magari una volta nate le piccole piantine condividerne la gioia postando o inviando le foto ai rispettivi compagni di baratto e perché […] read more…

Dalla natura per noi (addio vene con manie di protagonismo!)

Tweet A settembre, e chi mi segue su Instagram (canale che per un bel periodo ho preferito a tutti gli altri) lo sa già, ho postato la foto delle “castagne matte” insomma i frutti dell’ippocastano promettendo ricettina. Questo perchè ne ho raccolte una buona quantità per sperimentare il gel per vene e capillari fragili che avevo chiamato “gel per vene con manie di protagonismo”… la ricetta originale la vidi la prima volta qualche anno fa nel bel programma “Grow your […] read more…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

A settembre, e chi mi segue su Instagram (canale che per un bel periodo ho preferito a tutti gli altri) lo sa già, ho postato la foto delle “castagne matte” insomma i frutti dell’ippocastano promettendo ricettina.

Questo perchè ne ho raccolte una buona quantità per sperimentare il gel per vene e capillari fragili che avevo chiamato “gel per vene con manie di protagonismo”…

la ricetta originale la vidi la prima volta qualche anno fa nel bel programma “Grow your drugs” ai tempi in cui si vedeva solo sulla BBC poi per caso parlando con un’amica mi è tornato alla mente e così mi son detta perchè non provare?

é facile, econominco e divertente…non resta quindi che vedere se funziona!

Quello che serve (dalla ricetta originale) ?

10 castagne matte

250ml vodka (o alcool buongusto)

un frullatore con il quale frullare all’impazzata il cocktail castagne ed alcool quindi

si lascia in macerazione per 1 mese al buio in un bel vasetto di vetro ben chiuso (ovvimanete pulito e sterilizzato …ma che lo dico a fare?!)

Passato questo tempo si filtra (io ho usato un colino a maglie molto fini) e si aggiunge l’estratto (o tintura) così ottenuto ad una quantità di acqua gelificata precedentemente preparata (lui la preparava con le buste gel per la marmellata) io ho preferito la gomma xantana ma se non l’avete usate pure l’agar agar usato per le marmellate (vegan naturalmente!)

la quantità totale da utilizzare tra acqua e tintura è di 1:1

essendo una sperimentazione e sapendo che avrebbe potuto darmi irritazione la prima prova l’ho preparata seguendo una quantità dimezzata di tintura…nessuna irritazione quindi poi ricetta originale.

La mia ricetta (rivisistata) prevede

99g di acqua (demineralizzata è meglio), 1g di gomma xantana (che ho preso su aromazone), 50g di estratto alcolico, 20gtt o.e.arancio amaro

La prima volta avendo finito il conservante ed avendone fatta una quantità decisamente piccola ho optato per non metterlo ma l’ideale sarebbe aggiungerlo (se usate il cosgard di aromazone le solite 21gtt) oppure aggiungere 10 gtt di o.e. tea tree o di lavanda per preservare il gel in maniera naturale.

Quindi usarlo mattina e sera massaggiandolo sulle parti interessate e nel giro di 3 settimane si dovrebbero vedere i primi risultati.

Questo gel contiene escina che aiuta a tonificare le pareti venose e allevia quella sensazione di gonfiore ed indolenzimento tipica di vene e capillari fragili.

Se lo preparate anche voi fatemelo sapere!

nel frattempo io mi butto sul prossimo progetto… gli estratti glicerinati!

ricetta originale di James Wong