Categoria: Tutorial panificazione

Ricette per deliziosi cornetti vegan

Tweet Testo e foto di Carmela Kia Giambrone Molto si può dire della cucina vegan e vegetale più in generale, ma certo non si può affermare che sia noiosa o scontata. Le ricette 100% vegetali che si ispirano a ricette classiche, generalmente costituite invece da derivati animali come burro, latte e uova, sorprendono sia per la loro costituzione, ingrediente per ingrediente, che per il loro procedimento di preparazione. Le sostituzioni che spesso vengono apportate durante la progettazione e realizzazione di […] read more…

Prove in cucina: #1. il panettone vegan autoprodotto

Tweet   Se anche voi siete stanchi di spendere dai 10 ai 12 euro per un minuscolo panettone vegan duro come il marmo ed insapore allora probabilmente  è bene iniziare fin da ora a sperimentare… il mio primo esperimento non fu dei migliori, anzi fu catastrofico…panettone bellissimo a vedersi ma un mattone pazzesco…stopposo e che invitava alla dieta ferrea! Quindi iniziai a modificare le tante ricette trovate …e prova e riprova quest’anno la ricetta che seguirò sarà questa: Ingredienti…cioè la […] read more…

Pasta Madre Day 2011- Panifica con Peppy, la pasta madre amorosa!

Tweet ………..vi avevo detto che stavamo lavorando per voi e infatti ecco qui il nostro risultato! Per il giorno 10 dicembre 2011 in occasione del “Pasta Madre Day 2011” nazionale organizzato dalla Comunità del Cibo Pasta Madre in associazione con Slow Food e Terra Madre presso la sede di Cassano d’Adda della cooperativa sociale Alboran ed il circolo Arci di Treviglio si svolgerà un evento di spaccio gratuito di pasta madre! La mattina dalle 9.00 fino circa ad ora di […] read more…

Pasta Madre Day 2011

Tweet CLICCA SUL LOGO PER SAPERNE DI PIU’! read more…

·.¸Vegan PassPartTout¸.·

Tweet Lista ricettine… ❤PASTA MADRE ❤FOCACCIA SALE E ROSMARINO ❤ LATTE VEGETALE AUTOPRODOTTO ❤ TOFU’ AUTOPRODOTTO ❤ YOGURT DI SOIA AUTOPRODOTTO ❤ SEITAN AUTOPRODOTTO ❤ PANE CHE SI FA’DA SOLO ❤ PANE CHE SI FA’DA SOLO 2°RICETTA ❤ I GERMOGLI ❤ OLIO AL PEPERONCINO AUTOPRODOTTO ❤ SCIROPPO DI MENTA AUTOPRODOTTO read more…

`·. FOR an handmade life¸.·´

Tweet Lista link… ❀ LA MACCHINA PER FARE IL LATTE VEGETALE ❀ COMPOSTIERA AUTOPRODOTTA ❀ compostiera il post DEFINITIVO ❀ LA MIA VITA A IMPATTO ZERO 1^puntata (Con la compostiera Handmade di Kia!) ❀ YOGURT DI SOIA AUTOPRODOTTO ❀ I GERMOGLI…QUESTI SCONOSCIUTI! ❀ FUROSHIKI HANDMADE ❀ DETERSIVO PIATTI ECOLOGICO HAND-MADE ❀ AUTOPRODUCI IL SAPONE! read more…

Peppy ai peperoni (pizza di pasta madre ai peperoni rossi!)

Tweet Ricettina veloce veloce facile facile con la mia Peppy, la mia pasta madre amorosa….Allora per la preparazione base andate QUI ma in definitiva quel che dovete fare è impastare con un bel panetto di Peppy (pasta madre) 300gr di farina bio (io ho usato la 00), lasciarla lievitare coperta per una nottata e il giorno dopo stenderla nella teglia cercando di “lavorarla” il meno possibilepoi…per il condimento invece vi servono 2 bei peperoni rossi bio, lavateli, tagliateli a listarelle e […] read more…

Vuoi una vita a impatto minimo?

La Vita a impatto minimo di Kia passa per…

Tweet Non sapete da dove iniziare con l’autoproduzione? ecco io cosa fino ad ora ho autoprodotto (…ma solo fino ad ora!) copiate o ispiratevi e buon divertimento! ^__^ ❀Seitan autoprodotto io usa il glutine già separato ma potete anche farlo con farina di manitoba e farina di grano 0! ❀borsa Furoshiki flash porta-pranzo autoprodotta Furoshiki made in Japan La “schiscetta” Furoshiki in cotone equo e solidale, ecologica e e vegan^__^ posate, tovagliolo di stoffa, pane e frutta in tovagliolo, borraccia, […] read more…

VITA A IMPATTO 0? vita a impatto MINIMO: provarci è un’imperativo!

Tweet In principio fù Leo Hickman poi arrivò Al Gore quindi Colin Beavan: cosa hanno in comune tutte queste persone? semplice, passare un messaggio forte e chiaro “NON C’E’ PIU’ TEMPO!BISOGNA AGIRE E NON DEMANDARE AGLI ALTRI!” Alcuni di noi hanno sempre avuto una sensibilità e una coscienza ambientale anche prima che il “BOOM ECO” diventasse “COOL” ma io sono dell’idea che per raggiungere uno scopo tanto importante non è bene soffermarsi troppo sui dettagli… Dal 2007 ho iniziato a […] read more…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

In principio fù Leo Hickman poi arrivò Al Gore quindi Colin Beavan: cosa hanno in comune tutte queste persone? semplice, passare un messaggio forte e chiaro “NON C’E’ PIU’ TEMPO!BISOGNA AGIRE E NON DEMANDARE AGLI ALTRI!”
Alcuni di noi hanno sempre avuto una sensibilità e una coscienza ambientale anche prima che il “BOOM ECO” diventasse “COOL” ma io sono dell’idea che per raggiungere uno scopo tanto importante non è bene soffermarsi troppo sui dettagli…
Dal 2007 ho iniziato a capire chiaramente che per aiutare il mondo in cui viviamo bisogna che ognuno di noi ripensi alle scelte che tutti i giorni compiamo…si può partire da RIDURRE RICICLARE E RIUTILIZZARE ma piano piano si capisce facilmente che non ci voleva davvero uno sforzo inumano a pensare all’ambiente oltre che a noi stessi…
Sono giunta alla considerazione che in fondo i consigli che ci davano i nostri nonni in fondo erano davvero i migliori perchè sensati ed attinenti alla realtà e così senza nemmeno accorgersene  una volta che il rispetto e la consapevolezza sono entrati nella nostra vita non è possibile farli più uscire; io l’ho chiamato “l’inizio della mia via per la consapevolezza” ed il mio primo passo fu’ comprendere che dietro ad ogni scelta c’era una conseguenza che a volte, per non dire sempre, ricade sull’ambiente.
La mia lista per migliorare me stessa ed il rapporto con l’ambiente in cui viamo fu’ gettata così d’impulso:

passare al biologico
-passare da vegetariana a vegan (e chi onnivoro a vegetariano perché ridurre la carne significa ridurre CO2 quindi chi mangia ancora carne non può dirsi ecologista!)
RICICLARE
-abolire ( ma poi capii che ridurre è più verosimile) l’auto usando di più i mezzi pubblici, la bicicletta e le gambine
risparmiare l’acqua, l’energia, le risorse
-comprare il meno possibile e barattare
usare borse riutilizzabili in stoffa e non in plastica ( o le furoshiki hand made!)

Poi scoprii che era possibile conteggiare il proprio impatto in termini di emissioni di CO2 e allora calcolai la mia impronta…

Proseguendo su questo cammino lastricato di tantissime buone intenzioni ma altrettante difficoltà mi scoprii una fantastica detentrice di pollice verde iniziando così la coltivazione di un orto su balcone grazie al piccolo magnifico libricino “Il balcone dell’indipendenza” e “L’orto sul balcone” anche alle spiegazioni su talee, margotte, innesti, grazie a persone molto più sagge di me!
La scoperta dell’irrigazione goccia a goccia poi mi aprii un mondo in quanto da sempre la forma di irrigazione che in assoluto permette un risparmio idrico maggiore …
…in ultimo l’autocostruzione della  mia fantastica compostiera autosufficiente da balcone che mi permise fin da subito di avere compost maturo e di ottima qualità tutto l’anno partendo dai rifiuti di cucina (l’apoteosi delle 3 R)!

Andando avanti di questo passo continuai a riflettere circa il modo per poter ridurre la mia impronta…e arrivarono così i miei spunti di eco-riduzione questi davvero in piena consapevolezza e quindi pensati e completi!

…dalla coltivazione in balcone alla cucina, l’ autoproduzione mi hanno portato ad autoprodurmi (ma soprattutto inizialmente sperimentare):

-i germogli
-il seitan
-lo yogurt di soia
-il latte vegetale ed il tofù
-la pasta madre utile per pane, pizze, focacce ma anche dolci (perché no?!)
-i crauti
-un essicatore per essicare frutta e semi

…di lì a poco tutto questo si ripercuoteva anche sui viaggi, ai metodi di viaggio, alle scelte delle mete ed infine quindi anche sulla valigia per il viaggio!
A casa invece la mia riduzione ed autoproduzione mi  portò velocemente all’autoproduzione del beauty-case perfetto:

-autoproduzione di colore per capelli: hennè ed indigo
-autoproduzione di un oleolito profumato per il corpo
-autoproduzione di gel per capelli ai semi di lino
-autoproduzione del burrocacao
-autoproduzione del dentifricio
-autoproduzione del deodorante
-all’ autoproduzione del sapone 

Poi iniziai l’uso della mooncup e del mineral make up e così mi si aprì un mondo!

Queste in breve sono le mie esperienze iniziate nel 2007…
…. ma poco importa se i vostri intenti risalgono a vecchia data oppure sono recenti…
il punto è provarci tutti i giorni!

…La mia vita passa per…