Home » Autoproduzione, collaborazioni, Ecosostenibilità, Natura, Oggetti utili, Tutorial compost, Tutorial Orto » Compost-fai-da-te: tempistiche e applicazioni

Compost-fai-da-te: tempistiche e applicazioni

articolo pubblicato su greenme

Se compostate o avete deciso di compostare forse una delle domande che vi girerà per la testa sarà “ma quanto ci impiegherò ad avere il compost?”

Il modo più semplice per compostare è quello di istituire un mucchio nel vostro giardino, sempre ammesso che ne abbiate uno, in cui accumulare gli avanzi di cibo, foglie semplicemente lasciando che si decompongano naturalmente.
La quantità di tempo che ci vorrà varierà a seconda di
fattori molto importanti come la temperatura, l’umidità e la composizione del mucchio stesso.

Quando fa caldo, aumenta l’umidità e si ha un buon rapporto tra carbonio e azoto nel cumulo o in compostiera in tre mesi la decomposizione è possibile. Ma al di fuori di questi parametri le tempistiche variano.

Con il compostaggio usando lombrichi invece, il metodo diventa più veloce e non è necessario avere un giardino, basta un balcone, una compostiera (magari fai da te!) ed i lombrichi i quali dato che diventeranno in gran numero elaboreranno avanzi di cibo davvero molto rapidamente.

In principio i piccoli anellidi assolveranno i loro compiti in un periodo variabile tra i 4-6 mesi ma una volta cresciuti in numero saranno in grado di finire un “ciclo di compostaggio” anche in 2-3 mesi, cosa che però naturalmente dipenderà dal contenuto e dalle condizioni climatiche della vostra compostiera.

Chiaro che in base al grado di “maturazione” il compost può avere diverse applicazioni:

-fresco

ancora in trasformazione, non mettere a contatto con  radici perché instabile e da usare a tempo distante da semine e trapianti;

-pronto

più stabile di quello fresco, è possibile usarlo subito prima a trapianto o semine;

-maturo

è la tipologia più stabile, è possibile usarlo senza grossi accorgimenti è perfetto anche per trapianti, rinvasi, semine…

Consiglio: non abbiate fretta ma se decidete di utilizzare il vostro compost come fertilizzante usatelo anche fresco usando gli accorgimenti appena discussi è le vostre piante vi ringrazieranno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Rispondi