Home » Boicottaggio, Democrazia e Libertà, Ecosostenibilità, Help animals, Informazione » Consigli per la libera circolazione di idee, e non solo

Consigli per la libera circolazione di idee, e non solo

Volevo porre un po’ di luce su un paio di opuscoli molto carini ( ed a distribuzione gratuita in pdf) ad opera di quelli di tree of freedom ossia (R)ESISTENZA VEGANA e SOLO DOLCEZZE
(presto disponibile in pdf!).
(R)ESISTENZA VEGANA Edizioni Incivili 66 pagine FUORI STAMPA (cliccare qui per scaricare la versione ‘pdf’ stampabile) : Perchè scrivere un altro ricettario vegano? Semplicemente perchè mi piace cucinare! Ho raccolto le varie ricette sfogliando qua e là tra i vari libri e riviste di settore di mia madre, riarrangiandole se ne era il caso, per proporre nuove esperienze culinarie nell’arco della “(r)esistenza vegana” e poi perchè mi piace pensare, in un’ottica di autoproduzione, di riuscire a “fabbricarmi” da sola ogni cosa perfino le caramelle e i lecca-lecca. Con questo non voglio dire che il veganesimo sia l’arrivo di un percorso di resistenza anzi a volte è solo l’inizio, la presa di coscienza per cominciarne uno. Questo nuovo viaggio inizia dove finisce la civilizzazione, per comprendere che il veganesimo, se non vissuto come scelta politica tesa alla distruzione delle logiche di dominio che governano l’attuale sistema è fine a se stesso. Essere vegan, per me, è solo il primo passo verso l’antispecismo, cioè non porre gerarchie tra le vite quindi considerare ogni vita, umana e non, animale e vegetale, par ad un’altra. Essere vegan, per me, significa rispetto inteso come considerazione dell’Altro, delle sue necessità. Rispetto inteso come l’asternersi dal nuocere consapevolmente. Rispetto come accettazione dell’Altro e interesse nei suoi confronti. Rispetto non per timore o adorazione ma per coscienza della sua esistenza. Essere vegan, per me, significa non solo parlare di libertà, ma anche applicare anche alla realtà questo concetto così astratto.
SOLO DOLCEZZE Edizioni Incivili 26 pagine FUORI STAMPA (disponibile a breve la versione in pdf stampabile)Perchè scrivere un altro ricettario vegano? Semplicemente perchè mi piace cucinare! Ho raccolto le varie ricette sfogliando qua e là tra i vari libri e riviste di settore di mia madre, riarrangiandole se ne era il caso, per proporre nuove esperienze culinarie nell’arco della “(r)esistenza vegana” e poi perchè mi piace pensare, in un’ottica di autoproduzione, di riuscire a “fabbricarmi” da sola ogni cosa perfino le caramelle e i lecca-lecca. Con questo non voglio dire che il veganesimo sia l’arrivo di un percorso di resistenza anzi a volte è solo l’inizio, la presa di coscienza per cominciarne uno. Questo nuovo viaggio inizia dove finisce la civilizzazione, per comprendere che il veganesimo, se non vissuto come scelta politica tesa alla distruzione delle logiche di dominio che governano l’attuale sistema è fine a se stesso. Essere vegan, per me, è solo il primo passo verso l’antispecismo, cioè non porre gerarchie tra le vite quindi considerare ogni vita, umana e non, animale e vegetale, par ad un’altra. Essere vegan, per me, significa rispetto inteso come considerazione dell’Altro, delle sue necessità. Rispetto inteso come l’asternersi dal nuocere consapevolmente. Rispetto come accettazione dell’Altro e interesse nei suoi confronti. Rispetto non per timore o adorazione ma per coscienza della sua esistenza. Essere vegan, per me, significa non solo parlare di libertà, ma anche applicare anche alla realtà questo concetto così astratto.
Vi invito a dare un’occhiata alle spillette e alle t-shirt molto molto carine e dirette!
Infine volevo postarvi una cosa che dovreste leggere, molto molto importante tratto da qui :
” On the 13th of October 2008 four activists were arrested,detained for 72 hours and later charged.Their charges are as follows:’Interfering with contractual relationships so as to harm an animal research organisation(Sec.145 and 147-SOCA 2005)’,’Conspiracy to interfer with contractual relationships so as to harm an animal research organisation’And ‘Conspiracy to commit criminal damage to property’. All four were subsequently remanded in custody,a week later in Lincoln Crown Court,Luke and Dean were re-remanded into custody. Their two co-defendants,Tom and Vikki,were both released on conditional bail.April 3rd 09 saw Luke,Tom and Dean take a guilty plea to ‘Conspiracy to interfere with contractual relationships so as to harm a animal research organisation'(sec. 145 and 147- SOCA 2005)-the “relevant act,namely trespass”On the 27th April Vikki’s trial started. She still faced all original charges. On 7th May Vikki’s trial ended with her being found not guilty! The sentencing date for Dean, Luke and Tom got set on 3rd July.
..Update..
On Monday 11th May Dean and Luke applied for bail once again. The judge refused to offer bail 5 times but in the end they were both released on conditional bail!Also, their sentencing date got changed to 5th June.More updates will be announced after Dean, Luke and Tom appear in court or if any changes are made.”
Thank you all awesome supporters for sending them letters and/or postal orders!
We’d like to meet……Other vegan activists wanting to make change!
Letter from Luke :
“Hi everyone First of all, I’d like to say a big thanks to everybody who has written letters of support and sent stamps, POs, writing materials in – its really appreciated and has helped me ‘settle in’ to prison life. One thing that sticks in my mind, as the CPS make up their lies and try to fabricate to prove themselves, is that there is a clear line between what is right and wrong and what the vivisectionists do, what the police, government and court try to defend is certainly in the wrong. As they try to throw proverbial bricks at the Animal Rights movement, try to imprison us for our views and beliefs. One things they can not and will not accept is that, yes they may have 14 Uk activists in prison, but there are hundreds, thousands out there who are willing to pick up the megaphones, placards and leaflets and continue where we left off and fight for those that are restrained in laboraties and dying on cage floors. The Animal Rights movement is global, with groups in every corner of the globe fighting for the same goal, of equality, compared to our opponents, run by NETCU based in Huntingdon Police Station and who only care for one thing – money. Whether its that blood soaked cash filling their pockets or those of animal abusers that is what they protect and I’m sure when I say if we had the money they’d be fighting on ‘our side’? But no matter what is thrown at us, we will always prevail, always win because we have good on our side and evil is behind the barbed wire fences, razor wire and CCTV of labs and breeders in this country and across the globe. And when I hear peole saying we have impossible goals, I think of what has been acheived. Twenty years ago there were over 30 companies in the UK breeding animals to be tortured in experiments, now there are just four! We are winning outright, we are defending those beagles, monkeys, rabbits, rats, mice and other animals, set to be mutilated at the hands of thugs and that is why we are getting the reaction we are from the government and their lackies. “First they ignore you, then they laugh at you, then they fight you and then you win!” – Ghandi All the best and keep on fighting for what is right. Luke “
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

2 Responses to Consigli per la libera circolazione di idee, e non solo

  1. Interessante davvero, non li conoscevo . sei sempre una fonte interessante! 🙂

  2. 🙂 grazie mille!…ho avuto delle buone maestre… ;P

Rispondi