Home » Autoproduzione, DIY, Ecosostenibilità, Tutorial ecocosmesi » DiY: Deodorante ecologico autoprodotto

DiY: Deodorante ecologico autoprodotto

Vi dirò la verità, una cosa a cui non potrò mai rinunciare è il deodorante…
…per sentirsi ok diciamolo è necessario…ma forse non tutti sanno che fra i deodoranti più noti in commercio, analizzati dal punto di vista degli ingredienti utilizzati sono presenti derivati del petrolio e/o etossilati, PEG o PPG,  sali di alluminio, triclosan, alcol, farnesol, potassium alum, conservanti, profumo, coloranti ed altri ingredienti potenzialmente problematici…

“Il meccanismo di funzionamento dei deodoranti è vario: a composti profumati vengono aggiunti composti tossici o inibenti per la flora batterica cutanea. Spesso inoltre sono presenti composti con proprietà antitraspiranti, ovvero che diminuiscono la sudorazione. Uno di questi composti antitraspiranti è il cloridrato di alluminio, per il quale sono stati ipotizzati una tossicità ed un potere cancerogeno. Generalmente i deodoranti sono a base alcolica, in quanto l’alcool è in grado di inibire efficacemente la crescita batterica. Tuttavia esistono anche deodoranti senza alcool, soprattutto per evitare infiammazioni della cute ad esso associate. Altri composti più specificatamente antimicrobici presenti nei deodoranti commerciali sono per esempio il triclosano o composti chelanti.”
 fonte wikipedia

…così mi son detta…”perché non autoprodurselo!?” e così da almeno 3 anni me lo faccio da me!

Partiamo dal fatto che un deodorante non deve profumare ma evitare la formazione di odori sgradevoli…e così mi son chiesta
…cosa produce gli odori sgradevoli?..facile! quando si suda la flora batterica metabolizza il sudore e così si tende ad avere un odore poco gradevole…perciò basta evitare che questi batteri formino quest’ odore sgradevole…quindi…qui il bicarbonato fa’ al caso nostro: prendete del bicarbonato di sodio, dell’amido di mais (o di riso) e dell’olio essenziale di tea tree:

la proporzione tra bicarbonato e amido dev’essere 3/4 – 1/4 (quindi se usate un cucchiaio come dosatore dovrete mettere 3 cucchiai di bicarbonato ed 1 di amido) mischiate per benino i due componenti ed aggiungete l’o.e. (per un barattolo da 200gr ne bastano 10 gocce!) quindi mischiate MOLTO MOLTO MOLTO bene!

Una volta fatto questo , chiudete il barattolino e lasciate riposare almeno un giorno e…
…Voilà il deodorante è pronto!

Ora non dovrete far altro che utilizzarlo come un normale deodorante ma IN POLVERE!

…vedrete che ne basterà davvero una piccolissima quantità sfregata sotto le ascelle e durerà per un’intera giornata!^-^

Ora a seconda del vostro sudore potrete variare la proporzione tra amido e bicarbonato :

se necessitate di una formula “Strong” aumentate il bicarbonato!^-^

ah, dimenticavo questo deodorante va’ benissimo anche per chi ha problemi di deodorazione ai piedini ed in questo caso provate ad applicarlo direttamente per una notte nelle scarpe e vedrete i miglioramenti (soprattutto se da ginnastica!)…^-^

fonti wikipedia.it, aamterranuova.it, “io lo so’ fare” M.Correggia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

9 Responses to DiY: Deodorante ecologico autoprodotto

  1. Grazie per la dritta!cosa ne pensi dell’allume di potassio?

  2. ^-^…non mi piace, l’ho usato tempo fa’ ma non mi dava risultati apprezzabili inoltre l’ho trovato molto scomodo con il fatto che dovesse esser umido per poterselo mettere….

  3. oggi lo faccio!!!!!!!!!
    ho tutti gli ingredienti!!!!!
    grazie mille!

  4. Ma tu guarda che blog carino ed interessanti !!!
    Piacere di fare la tua conosenza… siamo tra i tuoi sostenitore e se anche tu vorrai unirti ai nostri ci farà piacere, così non ci perderemo divista ;))
    Un saluto dai viaggiatori golosi…

  5. Ciao Kia,molto piacere di conoscerti,ti ho scovato su Veganblog su La tripla salsa mortale!!!!!Io il deodorante lo faccio cosi’piu’ o meno,solo che l’amido(di riso nel mio caso)ed il bicarbonato sono in proporzione 1:1 e poi lo diluisco con gel puro d’aloe cosi’diventa bello fluido(anche se talvolta rimane un po’ granuloso e sembra quasi uno scrub ;-D)e non macchia i vestiti..che ne pensi?Molto interessante il tuo blog!!!!!

  6. Questa “ricetta” è molto interessante!!Grazie per averla condivisa!!!

  7. @luby non x’è di chè!^-^
    @I VIAGGI DEL GOLOSO Grazie mille, a presto allora!^-^
    @Jennifer ma che bell’idea la tua! la pro volta lo proverò nella versione Jennifer^-^
    grazie mille per la tua visita a presto allora!^-^
    @EleVi ^-^ di nulla!

  8. Ciao Kia,
    io ho la pelle particolarmente sensibile al tea tree oil, se lo sostituissi con l’o.e. alla lavanda?!?!
    grazie x tutti i tuoi bei consigli!
    un abbraccio,
    Luana

  9. molto interessante. uso una ricetta simile, ma anche con l’olio di cocco, quindi non in polvere. devo provare questa versione in polvere. grazie! 🙂 lisa

Rispondi