Home » Autoproduzione, DIY, Oggetti utili, Salute, Tutorial Orto » Erba di grano: come coltivarla in casa

Erba di grano: come coltivarla in casa

Dell’erba d’orzo o erba di grano se ne parla da molto, ma forse non tutti sanno che é possibile coltivarla in casa, con pochissima spesa e così da poterla consumare freschissima!

I semi, purché bio, sono reperibili nei negozi di alimentazione naturale o anche in internet

Io ho deciso di fare un esperimento di riciclo: considerato che dai semi é possibile ottenere fino a 3 raccolti ho pensato di utilizzare un buon contenitore biodegradabile… un contenitore in cartone da pizza ricoperto con un po’ di carta da forno per renderlo impermeabile.

Alla fine così il cartone potrà essere compostato!

Ho messo a bagno i semi per una notte.

Ho quindi proceduto a seminarli in maniera molto fitta e ho ricoperto con torba soffice.

Ho annaffiato per circa un paio di giorni ed i primi germogli sono nati.

Dopo circa una settimana il risultato é stato un’esplosione di verde…semplicemente meraviglioso!

IMG 6904

Un’altro modo però che ho sperimentato é stato quello di utilizzare tre vaschette di plastica di quelle da verdura del supermercato regalatemi da un amica, una impilata sull’altra e la terza a formare il coperchio.

La prima l’ho riempita d’acqua.

La seconda, una volta forata con un paio di forbici l’ho posizionata sulla prima e la terza capovolta é andata a formare il coperchio.

Quindi ho seminato in maniera fitta i semi preammollati la notte prima.

Tutti i giorni ho cambiato l’acqua e ho proceduto a spruzzare i piccoli semi, che nel frattempo germogliavano, con un mix di acqua e bicarbonato di sodio (1lt di aqua ed 1 cucchiaino da caffè di bicarbonato)

Nel giro di una settimana ho ottenuto un buonissimo raccolto con la differenza che ho dovuto riseminare perché in questo modo non é possibile procedere con una seconda germinazione.

Ecco un meraviglioso video della crescita “miracolosa” dell’erba di grano!

Come la consumo?

La raccolgo tagliandola con un paio di forbici quindi, dato che non possiedo una centrifuga manualela frullo con un po’ di acqua ed una volta filtrata con un piccolo colino ne bevo immediatamente il succo così ottenuto la mattina prima di colazione.

Uno sprint di vitalità ed energia verde!

 

– Carmela Giambrone

quest’articolo è pubblicato su Greenme se vuoi leggere tutti i miei articoli pubblicati su greenme clicca QUI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

4 Responses to Erba di grano: come coltivarla in casa

  1. Ciao Kia, ho scoperto il tuo blog, ke x 1 eco-animalista
    incallita come me, è davvero il max. ho preso a seguirti anke in Twitter ! Volevo domandarti 1 kiarimento in proposito all’erba di grano, ke sapevo già consumarsi come benefico frullato e devi perdonare la mia ignoranza, ma avendo 2 gatti, a me pare tanto simile alla loro erba gatta… possibile ke abbia qualcosa in comune ?!

    • sì la si confonde ma l’erba d’orzo non é propriamente l’erba gatta (nepeta o anche Loietto) ma spesso la si vede nei miscugli per far crescere prorio l’erbetta per il micio…detto questo l’erba d’orzo é perfetta per noi, per il gatto ma anche per i cani di casa (i miei per esempio la adorano!)…

  2. Io sto coltivando l’erba di grano da un paio di mesi, ho varie ciotole che ogni 2 giorni circa riempio di grano. Ho riscontrato però che spesso si forma della muffa sui semi e quindi getto tutto per evitare rischi. A te è mai capitato? Sai come si può evitare? e poi volevo chiederti anche perchè metti il bicarbonato di sodio nell’acqua?

    • Ciao Lidia
      se usi il bicarbonato basifichi ed eviti la formazione di muffe varie…se sciacqui spesso per benino dovresti evitare la formazione di muffe ed odori vari…a me non é mai successo con l’erba d’orzo ma ad esempio con i germogli di ceci…dato che ci mettono molto spesso si forma muffa e sono costretta a gettare via tutto… non disperare…sciacqua e sciacqua e vedrai che non si formerà più nulla!
      Ma poi perché non semini il grano piuttosto che farlo germogliare? hai più raccolti? 😉 fammi sapere come procede! A presto!

Rispondi