Home » Autoproduzione, Ecosostenibilità, Iniziative Veg, Tutorial ecocosmesi » Gel per capelli ai semi di lino

Gel per capelli ai semi di lino

 

Stamattina dovevo uscire per andare a comprare il gel per i miei capelli che, vista la lunghezza se non ci metto il gel sembra che ho messo le dita nella presa della corrente…dovete sapere che io ODIO i parrucchieri perciò ormai da anni mi taglio i capelli da sola ma, ovviamente posso tagliarli solo scalati…posso variare lunghezza e “forma” ma sullo scalato non si scappa…perciò dato che questa volta li ho tagliati davvero corti…diciamo un pò più lunghi di Soldato Jane, devo necessariamente ricorrere al tanto odiato gel…ma ieri sera, durante una navigazione tranquilla della mia domenica di relax ho scovato questa ricetta che mi ha incuriosito e perciò ho deciso di riportarvela qui…
…e mi sembra giusto, insomma per dovere di cronaca dirvi che l’ho trovato sul blog di Vera…

C’è un’alternativa, interamente naturale, vegetale e sicuramente non testata su animali, che potete utilizzare. Nutre i capelli, non appiccica, non lascia residui e fa pure l’effetto bagnato. E’ economica, si può aromatizzare come meglio credete e la preparazione è semplicissima.

Procuratevi dei semi di lino (io li ho trovati in erboristeria).
Versate 4 cucchiai (40g) di semi in un colino di acciaio, adagiatelo in una piccola pentola, e coprite con 250ml di acqua (assicurandovi che i semi non fuoriescano, e tuttavia restino sommersi). Lasciate riposare per una notte. Il giorno dopo, portate a ebollizione e cuocete per 10 minuti. Spegnete il fuoco, scolate i semi (vanno buttati, non credo che si possa utilizzarli per l’alimentazione) ed aggiungete al composto gelatinoso un cucchiaino di sale. Mescolate e lasciate raffreddare. Si conserva in frigo (da 10 giorni a un mese), ma qualcuno suggerisce di versarlo nei sacchetti del ghiaccio, scongelandone all’occorrenza un cubetto tra le mani.
Si usa come una comune gelatina, riempitevene bene le mani. Non è necessario spazzolare per eliminarla e non lascia residui. Se la volete più forte, fatela cuocere più a lungo; viceversa, allungatela con acqua o utilizzate meno semi in cottura.

Queste “Note e impressioni” sono di Vera (le mie le aggiungerò una volta provato il gel) : ho letto che a qualcuno, più che gel, questa roba ricorda la bava di cane… in effetti, durante la cottura, sembra un incrocio tra bava di San Bernardo idrofobo, colla per parati extraforte e albume d’uovo. Ha anche un odore piuttosto marcato, dunque non impressionatevi mentre lo preparate!
L’odore sparisce dopo un giorno, rimane solo un vago sentore (che il mio ragazzo accosta a quello della camomilla), e si può eventualmente correggere con un paio di gocce di olio essenziale a scelta; e la consistenza, sparita la schiuma, diventa meno ripugnante.

Allora…i miei commenti…oggi (22/05/07)…ho sperimentato il gel e ne sono assolutamente entusiasta…
C’è da dire, in effetti, che durante la preparazione è davvero vomitoso…sembra un misto tra catarro e bava di cane mastino ma…se si riesce a by passare quest’ostacolo un pò disgustoso…beh…si ottiene una pappetta marrone/caramello che…è vero..sà vagamente di camomilla e funziona !!! cioè funziona davvero!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

2 Responses to Gel per capelli ai semi di lino

  1. confermo che questo gel è ottimo. io lo profumo con olio essenziale di lavanda in estate e con olio essenziale di cannella e vaniglia in inverno (viziosa… ) 🙂

    so che funziona egregiamente anche l’olio di semi di lino, per chi non vuole stare a fare il gel 🙂

  2. ottimo…avevo pensato di aggiungere dell’olio essenziale per profumarlo un pò ma non sapevo se avrei rovinato tutto…grazie per il consiglio…e per il commento : )

Rispondi