Home » Ecosostenibilità, Oggetti utili, Tutorial Orto » Irrigazione goccia a goccia

Irrigazione goccia a goccia

Oggi voglio parlarvi di un ottimo metodo che vi permetterà di risparmiare acqua e tempo nell’azione , se non quotidiana ma comunque soprattutto in estate da fare almeno 1 volta ogni 2 giorni ( e quando siete in vacanza di stare più tranquilli per la salute delle vostre amiche vegetali)…

…e cioè l’annaffiare le vostre piante …

…parlo dell’irrigazione goccia a goccia!

L’irrigazione a goccia o “irrigazione localizzata” (nota in inglese come drip irrigation o microirrigation) è un metodo di irrigazione che somministra lentamente acqua alle piante, sia depositando l’acqua sulla superficie del terreno contigua alla pianta o direttamente alla zona della radice. Questo avviene attraverso un sistema a rete che comprende: valvole,condotte e vari tipi di microsprayer e/o gocciolatori. L’obiettivo è quello di minimizzare l’utilizzo dell’acqua (vedi sotto). L’irrigazione a goccia può impiegare sia degli microspruzzatori(microsprayer), con i quali si emettono dei getti di acqua sottili che bagnano una piccola area di suolo nelle vicinanze della pianta, o anche gocciolatori. L’irrigazione a goccia viene generalmente utilizzata nelle coltivazioni arboree ma si sta rapidamente diffondendo anche nelle colture ortive o industriali (pomodoro da industria). L’irrigazione a goccia superficiale oSDI (Surface Drip Irrigation) utilizza, per distribuire l’acqua nella superficie di terreno accanto alle piante, delle ali gocciolanti, tubi nei quali sono inseriti microspray o gocciolatori, che possono essere rigide nel caso debbano durare più anni e pertanto destinate alle colture arboree, o flosce più comuni per le colture annuali. Un sistema molto avanzato d’irrigazione a goccia, ancora poco diffuso in Italia, prevede l’interramento delle ali gocciolanti in modo che i gocciolatori si possano trovare a diretto contatto con l’apparato radicale e nello stesso tempo evitare l’intralcio dei tubi, che altrimenti sarebbero posti superficialmente, alle operazioni colturali.

images-3.jpg

 

L’idea dell’irrigazione goccia a goccia me l’ha data “il balcone dell’indipendenza

…all’inizio ad essere sincera visti i prezzi mi ero un pò scoraggiata e avevo cercato un modo per potermi autocostruire un sistema d’irrigazione goccia a goccia sia tramite lo splendido forumetici che tramite amici per far sì di poter spendere qualcosina di meno…

images-1.jpg

…ma effettivamente non sono riuscita a trovare nulla di tanto efficiente come quelli già pronti solo da montare così sinceramente mi ero rassegnata all’uso del mio splendido annaffiatoio da 8 litri da dover riempire più o meno 12/15 volte vista la quantità di piante sul mio balconcino …ma poi…un giorno eccomi al supermercato..ed…eccolo lì un

images-4.jpg

images.jpg
sistema d’irrigazione goccia a goccia completo di timer, tubo, gocciolatoi,

images-2.jpg

beccucci per gli angoli, collettori e riduttori per collegare il rubinetto al tubo d’irrigazione…e tutto in superoffertona!!!
Ne ho arraffati due dicendomi che è un buon investimento per 2 impianti completi (io ho 2 balconi uno nella parte anteriore della casa e uno nella posteriore)… e via…a casa a montarli e attivarli…
…l’impianto è davvero splendido…è davvero utilissimo…
…fà risparmiare tempo e acqua ed inoltre grazie al suo timer permette di programmare l’irrigazioni a tempi ed orari determinati…davvero un genio il sig “irrigazione goccia a goccia”!!!

Effettivamente c’è stato un notevole risparmio d’acqua e di tempo e ora quando andrò in vacanza non sarò più in pensiero per la vita delle mie tesorine fuori sul balcone…e non accadrà più che una volta tornata qualcuna avrà lasciato questo mondo!

fonti
wikipedia
ecoblog.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

Rispondi