Perchè un non-Vegan non è vegan

Quando dico che sono vegana la prima cosa che noto è una leggera palpitazione e lo sguardo di chi ho di fronte che diventa sempre più enigmatico come se alla parola vegana io abbia unito qualche tipo di insulto o abbia forse parlato in una lingua incomprensibile.
Quando dico che sono vegana la prima domanda che mi viene fatta è “ma allora cosa mangi?solo insalata?” e poi subito dopo “noo…io non riuscirei mai” come se la mia scelta di non nutrirmi di esseri che provano dolore e affetto, paura e gioia fosse una pratica autolesionistica o fosse una qualche genere di rinuncia impossibile alla quale mi sto sottoponendo volontariamente, io religiosa integralista del veganesimo.

Insomma è difficile spiegare che non è una rinuncia il non mangiare altri esseri viventi senzienti come non lo è mangiare il proprio compagno cane o gatto, ma chissà perchè quando si paragona ciò che si ha nel piatto al caro amico peloso allora subito la gente prende le distanze “ma noo…cosa c’entra!”
Mi chiedo per quale ragione sia così difficile capire che è tutta una questione di cultura ed abitudine l’alimentazione: quando parlo di scelta vegan le persone comuni sembrano sempre molto incuriosite ma è come se si tenessero a distanza, come se dicessero “ascoltiamo ciò che questa tipa strana sta dicendo ma…lei è vegan e…noi ascoltiamo solo per capire …è solo per curiosità…perchè noi non potremmo mai fare una scelta così rigida!”…
Allora a volte vado oltre, almeno quando mi è possibile e allora faccio un paio di semplici domande alle quali però solo raramente mi viene data una risposta verosimile, ossia “ma tu sai da dove arriva la carne che mangi? sai come vengono cresciute le mucche, i vitelli i polli che mangi ?” e ancora “ma tu sai come è prodotto il latte che bevi? e le uova? “…

Insomma non starò qui ad ammorbarvi con i soliti discorsi sul perchè vegan bensì voglio parlare sul perchè non vegan:

-per ignoranza e disinformazione (c’è chi mi ha detto che la mucca fa’ il latte tutti i giorni e che se l’uomo non la mungesse essa starebbe male, c’è chi la prima cosa che dice è che sì vorrebbe esser vegetariana -NON VEGANA, heE!- ma non può proprio, soffre di anemia e il medico ha detto almeno 2 volte la settimana carne!…)
-per indifferenza e per menefreghismo (a molti poco importa se gli animali soffrono o vengono sfruttati…punto e basta…buono McDonald’s, buono il prosciutto o i wurstel…)
-per abitudine e pigrizia (vuoi mettere arrivare a casa stanco dal lavoro e non dover cucinare ma buttare in padella una fetta di carne ed in 2 minuti aver la cena…o meglio aprire una scatoletta di tonno…)
-per scelta: ideologia religiosa o culturale (per i cristiani ad esempio, gli animali sono stati creati da Dio ad uso e consumo dell’uomo, esistono per questo…)
…e poi c’è chi dice “beh, ma anche il pesce?”…ed io mi chiedo perchè è così difficile capire che anche un pesce prova  dolore e quindi per quale ragione dovrei nutrirmi di lui se posso evitarlo?

Quindi superata la fase iniziale di diffidenza, le domande proseguono con un veloce interrogatorio sul mio menù tipo…e appena inizio a nominare alimenti quali tofù, seitan, alghe, soia, … qualcuno pare interessato, intrigato da questi strani alimenti, qualcun’altro si lancia nella solita frase “ah, sì io al ristorante li mangio sempre!”, qulcun’altro invece storce il naso, fa’ un verso disgustato e dice “noooo….” e allora alla mia domanda “hai mai mangiato il tofù?il seitan?le alghe? la soia? come?in che modo?” e la risposta è praticamente sempre “no, non ho mai mangiato nulla di tutto questo ma non mi piacciono…” ecco a tale risposta so’ di trovarmi davanti il tipo NON-SONO-VEGAN-PER-indifferenza e pigrizia…oppure lascio a voi le conclusioni!

In definitiva, a volte è dura vivere in un mondo dove l’essere consapevole delle proprie scelte sembra che ti renda un extra-terrestre agli occhi degli altri…ma è più dura fingere che mangiare parti anatomiche di creature morte sia normale ed etico.
Essere vegan non solo è etico ( VAI QUI ), è ecologico ( VAI QUI ), è solidale (VAI QUI)  ed è sano ( VAI QUI ) , l’unica cosa che bisogna fare è rendersene conto e diventarlo (diventare Vegan è FaCiLe!)

“A quei medici che dicono che un bambino non può crescere senza carne, dico che io non ho MAI mangiato carne, perché quando sono nata i miei genitori erano già vegetariani. Eppure sono stata campione di salto in alto e lungo, e ora a 79 anni faccio 100 km in bicicletta, gioco a pallavolo e non ho mai avuto malattie serie”. (Dichiarazione di Margherita Hack del febbraio 2001)

Margherita Hack

“Migliaia di persone che dicono di ‘amare’ gli animali si siedono a tavola una o due volte al giorno per gustare la carne di creature che sono state completamente private di qualsiasi cosa che rendesse la loro vita degna di essere vissuta e che hanno dovuto sopportare una sofferenza e una paura terribili in un lurido macello.”

Jane Goodall

“Io sono una vegan felice! Sono felice perchè è una scelta non dettata da sentimenti di condanna, giudizio o protesta; amo profondamente il fatto di essere vegan: in questo modo aiuto a fermare le sofferenze degli animali, a fermare la deforestazione, a fermare la sottrazione di zone incontaminate per far posto ai pascoli. Risparmio energia e acqua, rispetto il mio corpo e lo mantengo in salute.”

Julia “Butterfly” Hill

“La scelta vegetariana è una scelta etica e dietetica insieme. Io credo che le due cose non possano andare disgiunte. Ho un’impressione vivissima delle sofferenze degli animali. Mi causano un disagio immenso tutte le volte che le penso o ne vengo a conoscenza. E allora cerco in questo modo di coinvolgere me stesso in una scelta etica.”

Moni Ovadia


“Sono vegan da 16 anni, che a qualcuno potrebbe sembrare un tempo lunghissimo da vivere rinunciando ad usare prodotti animali, ma non è così. Il fatto che io goda ad essere vegan suscita meraviglia in molti, specialmente riguardo alla cucina. Però quando ero carnivoro la mia dieta era limitata. Come vegan, mi trovo a gustare una varietà infinita di cibi, essendo la necessità la madre dell’invenzione. Mi chiedono spesso: tu sei vegan, allora cosa mangi? Il che mi sembra una domanda strana. Cosa mangia chi non e’ vegan? Carne, formaggio, latte, uova? I vegan mangiano tutto il resto tra i cibi di tutto il mondo, indiani, messicani, tailandesi, giapponesi, africani e così via… Ciò che mangio mi dà sempre contentezza, che sia un panino pan bagna’ (puré di olive, peperoni rossi arrostiti, basilico e cipolla fra due fette di pane ciabatta) al mio ristorante Teany a New York oppure funghi esotici marinati con insalatina mista e vinaigrette all’arancio a Parigi oppure fajitas a Los Angeles oppure cibo cinese vegan a Chinatown o pad thai vegan a Melbourne oppure… Sono vegan principalmente per motivi etici ma se devo dire la verità è l’aspetto culinario del veganismo che mi ha sostenuto nei 16 anni della mia vita senza prodotti animali.”

Moby


“Il cibo e’ impegno, militanza e giustizia. La rivoluzione si fa nel piatto! Sono vegana, cioe’ non mangio niente di origine animale da molti, molti anni. 

Questo modus vivendi e’ la cosa piu’ militante, politica e rivoluzionaria della mia vita!”

Paola Maugeri

info

http://viverevegan.org
http://vegfacile.info
http://veganhome.it
http://veganblog.it

il nuovo anno si avvicina…inizia a fare buoni propositi…Vai qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

8 Responses to Perchè un non-Vegan non è vegan

  1. Molto bello questo post.Non so se posso permettermi di intervenire visto che non sono vegetariana,ma ammiro molto chi lo è e parlo sempre a vostro favore e mi sono trovata anche io a dover discutere con delle persone perchè dicevo che non volevo mangiare la bistecca.Purtroppo a volte e come parlare coi muri.Ma non rinunciamo a parlare e a spiegare le motivazioni perchè la maggior parte della gente è veramente ignorante su questo argomento.

  2. Ciao Kialara, cero che puoi permetterti ma è proprio per questo che mi viene spontanea una domanda da farti: perchè non sei vegetariana? se, come dici, difendi le ragioni che spingono le persone ad essere vegetariane perchè allora non lo sei tu? grazie comunque per il tuo commento e spero di rivederti presto ^-^

  3. Bhè,ho un po vergona a dirlo,ma non ci riesco.Forse per te che hai avuto genitori vegetariani e sei cresciuta così è più facile.Si sa che cambiare abitudini con cui ti hanno cresciuto (poi una golosa come me)non è semplice.La carne sono riuscita a eliminarla e non la mangio mai,però certe cose faccio fatica a eliminarle(pesce o formaggi).Infatti tutti i cibi “strani” di cui parli li ho provati e alcuni mi piacciono e altri proprio no.
    Comunque cercherò ancora di migliorare.

  4. ?…io genitori vegetariani???…cresciuta così???….quando ho detto ai miei che avevo deciso di diventare vegetariana sembrava avessi detto loro che stavo partendo x la legione straniera!…comunque vedrai che quando te la sentirai ci riuscirai davvero con facilità…il cibo non è solo cibo…è anche scelta! ^-^ un bacione

  5. Allora ho capito male?Ma dove l’avrò letto?Che stonata che sono!!!!

  6. …ma figurati!^-^…magari!

  7. ciao kia, è la prima volta che “ti leggo”… e tornerò di sicuro!! bellissime ricette e questo post… bè mi sembra di vedere me quando parlo del mio stile di vita vegan… occhi a palla, bocche aperte, sgardo sospettoso (del tipo “o mamma, meglio una testimone di geova che una vegana!!”). Io so solo che non mangerei mai il mio cane nè il gatto dei miei zii… perchè dovrei mangiare un loro amico pollo?? E non solo loro, un MIO amico… sì perchè io sin da piccola amo gli animali, e se sono diventata vegana solo a 25 anni dopo un anno da vegetariana è perchè avevo paura che in casa fosse troppo difficile. Ma non è stato così. Cioè… i miei erano prevenuti e tutto il resto ma alla fine quando preparo anche per loro nel 90% dei casi gradiscono, eccome!! Io mi sento meglio, sto in pace con me stessa sapendo che non mangio esseri viventi, che non compro cose testate su di loro e tutto quanto…. insomma… vegan è meglio!! E ora mi scuso per l’enorme post kia…sorry!! Ma è bello leggere di cose che succedono anche a me e confrontarmi con chi la pensa come me anzichè lottare tutte le volte per poter esprimere la mia idea..

  8. ma che bello…sono quasi commossa…^-^ un bacione!!!

Rispondi