Home » Help animals, Informazione, Iniziative Veg » Precisazioni della Galleria: noi non ci crediamo!

Precisazioni della Galleria: noi non ci crediamo!

Torniamo sulla questione dell'”artista” che ha fatto morire di fame un
cane per guardare la sua agonia come fosse “un’opera d’arte”, solo per
aggiungere altre informazioni raccolte e indicare altri 2 indirizzi per
la protesta. Oltre a questo non c’e’ molto altro che si possa fare,
purtroppo. E non e’ dato di sapere quali informazioni siano veritiere e
quali no.

Su questo sito sono state pubblicate le due risposte ufficiali della galleria che ha
ospitato l'”artista” alle proteste pervenute già questa estate.
La galleria nicaraguense sostiene che il cane è stato trovato dal
sedicente artista in un vicolo e portato nella galleria senza che fosse
previsto. Secondo loro è stato correttamente alimentato per tutto il
tempo tranne le tre ore della mostra. Il cane non è poi morto ma
secondo loro è “scappato” in un momento di disattenzione. La cosiddetta
opera d’arte era una provocazione shock in memoria di un tizio,
Natividad Canda, che pochi mesi prima era stato sbranato in un vicolo
da dei doberman, cosa che in Costa Rica e Nicaragua succede ormai con
una certa frequenza (come se questo fosse colpa dei cani e non invece
degli addestramenti e maltrattamenti che questi subiscono da parte di
delinquenti…).

Noi vorremmo tanto che fosse andata cosi’, e che questo cane non fosse
stato torturato facendolo morire d’inedia, ma dato che e’ impossibile
sapere se queste sono solo scuse che la gelleria si e’ inventata per
difendersi, invitiamo chi non l’ha gia’ fatto a sottoscrivere la
petizione on-line gia’ segnalata la scorsa volta…

e poi a scrivere a questi due nuovi indirizzi (della galleria stessa
piu’ un’altra gallerie):
info@madc.ac.cr
info@jacobkarpio-galeria.com

La lettera-tipo e’ questa qui sotto, che in sostanza fa notare come far
morire di fame un cane non sia affatto arte e chiede che le opere di
questo individuo non siano esposte alla Biennale Centroamericana
dell’anno prossimo e che venga perseguito penalmente.

———————————–

Dear Sirs,

I am writing regarding the horrifying actions of Guillermo Habacuc
Vargas, who paid local children to catch a dog on the street and then
confined, starved and publicly displayed the dog as an “art” exhibit
until the innocent animal died of starvation.

I, along with many people worldwide, am outraged that Guillermo habacuc
Vargas has been selected to represent Costa Rica in “Bienal
Centroamericana Honduras 2008″. This man is by no definition of the word
an artist: If one enjoys inflicting prolonged suffering upon his
innocent victims he is only a sadist and is a danger to all society, as
it is well documented that those with the capacity to intentionally
cause harm to an animal have the same capacity to harm humans.

To state that this animal would have died eventually of natural causes
is unjustifiable and beyond logical, rational thinking.

To allow Guillermo habacuc Vargas to represent Costa Rica in Bienal
Centroamericana Honduras 2008 will in no way benefit Costa Rica.
The world is watching and the actions of this so called “artist” has
brought much negative assumptions as to the humanity of the people of
Costa Rica and the fact that the many witnesses of this animals
suffering did nothing and that the organizers of this event allowed this
rather than taking action to see that Guillermo Vargas be criminally
charged with animal abuse is sending the world a message that Costa Rica
consists of a cruel, uncivilized society that has no regard for life but
enjoys viewing and contributing to the loss of life.

Each and every person who knew of and witnessed the suffering of this
innocent dog is equally as guilty of causing it’s uncalled for death.

And to let this crime go unpunished and instead be awarded by Guillermo
Vargas representing Costa Rica in Bienal Centroamericana Honduras 2008
is unacceptable and shameful not only to Costa Rica but to all
participants of this event.

I urge you, do not condone the heinous actions of Guillermo Vargas by
allowing him to participation in Bienal Centroamericana Honduras 2008.
He should be jailed and prosecuted to the fullest extent of law for this
animals death, not representing Costa Rica as an artist for he is not an
artist and to refer to him as such is an insult to all true artists.

Sincerely,
… nome cognome …
Italy


fonte
www.agireora.org

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Rispondi