Articoli taggati con ambiente

Bracconaggio ed Ue, corni di rinoceronte valgono più di oro e cocaina

Tweet Quest’articolo lo puoi leggere anche su greenreport.it il quotidiano per un’economia ecologica L’international Fund for Animal Welfare, l’IFAW, lancia un allarme forte e chiaro a Bruxelles: il bracconaggio non ha mai toccato livelli così alti prima e ciò è spiegabile solo dall’ingresso del crimine organizzato nell’affare. Come spiega Satyen Sinha, responsabile di IFAW, «I criminali sono attratti dal traffico di fauna selvatica per il basso rischio, gli alti profitti e le basse sanzioni…prodotti come i corni di rinoceronte possono valere […] read more…

Homo Radix ad equoecoevegan: l’intervista a Tiziano Fratus

Tweet Di Tiziano Fratus non si può certo dire che é un uomo noioso né tantomeno scontato, dal suo blog lo si percepisce, lui un moderno naturalista “autodidatta in bilico tra scrittura, botanica, viaggi” é molto molto di più d quello che potremmo aspettarci. Ho avuto il piacere di intervistarlo qualche giorno fa e lui ha aperto le porte del suo mondo senza riserve né timori. Il suo ultimo lavoro “Manuale del perfetto cercatore d’alberi” ha incantato critica e pubblico […] read more…

Baratto di semi 2: ecco le coppie!

Tweet Eccoci anche questa volta alla resa dei conti…chiuse definitivamente le iscrizione al “Baratto di semi2”… anche questa volta moltissime le adesioni ed anche questa volta non tutti hanno rispettato il regolamento … …come al solito ecco i partecipanti che hanno invece inviato l’e-mail in tempo (o giù di lì!) … e anche per questa seconda edizione come una piccola fatina della sorte ho associato ciascun partecipante ottenendo così le coppie di baratto… che per motivi di privacy non elencherò ma ognuno […] read more…

“I Love Green Book” #2: Ognuno può fare la differenza

Tweet Per la nuova rubrica del blog “I Love Green Book”, ormai appuntamento fisso (QUI tutte le info su come partecipare!), questo mese é stato scelto  “Ognuno può fare la differenza” di Julia Butterfly Hill… …per chi non sa cos’é  “I Love Green Book”: l’idea é leggere (o rileggere) il libro verde del mese quindi commentare il libro insieme… proprio di seguito al post dedicato nel box commenti, questo perché la cultura nasce dai libri, anche quella verde… i libri permettono di lasciare entrare nella nostra testa e nel […] read more…

L’Opossum pigmeo a rischio d’estinzione a causa del global warming

Tweet Mountain Pygmy-opossum ( Burramys parvus ) Fonte: http://www.environment.gov.au/   Opossum australiano a rischio estinzione per colpa del clima che cambia. I cambiamenti climatici ai quali si vede sottoposta la nostra Terra, lo sappiamo, non sconvolgono solo le nostre abitudini o la nostra vita, sono, infatti, enormi e stanno avvenendo su tutto il pianeta coinvolgendo interi ecosistemi fino ad ora perfettamente funzionanti, e questo proprio a causa dell’innalzamento, anche solo di 1 grado, delle temperaure. Ciò perché ogni cosa, anche se spesso tendiamo […] read more…

Le conseguenze dello smog sulla salute

Tweet Smog: pessima combinazione tra fumo e nebbia, da sempre legato a qualunque forma antropica di inquinamento atmosferico e grave minaccia alla salute, oltre che all’ambiente. Questo però lo sanno anche i bambini. Parlarne sempre in maniera così generica, non permette, infatti, di fare davvero luce su quello che i pm10, le cosiddette microparticelle di particolato, sono in grado di causare ad ognuno di noi. Ozono, biossido di azoto, composti di zolfo, derivati del benzene, sono alla base di questa forma di inquinamento. […] read more…

Come diventare consum-attori con “coltiva” di Oxfam

Tweet Sono stata contattata da una ragazza molto gentile che mi scrive per informarmi di una campagna di sensibilizzazione portata avanti dalla confederazione internazionale Oxfam, una rete globale di ONG. Mi scrive per coinvolgermi attivamente nella promozione di questa campagna globale, in vista del lancio del METODO COLTIVA. Oxfam Italia Onlus è parte della rete Oxfam, che lavora in 92 paesi del mondo per sconfiggere la povertà e l’ingiustizia sociale portando avanti progetti di assistenza umanitaria oltre che sviluppo di […] read more…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Sono stata contattata da una ragazza molto gentile che mi scrive per informarmi di una campagna di sensibilizzazione portata avanti dalla confederazione internazionale Oxfam, una rete globale di ONG. Mi scrive per coinvolgermi attivamente nella promozione di questa campagna globale, in vista del lancio del METODO COLTIVA.

Oxfam Italia Onlus è parte della rete Oxfam, che lavora in 92 paesi del mondo per sconfiggere la povertà e l’ingiustizia sociale portando avanti progetti di assistenza umanitaria oltre che sviluppo di campagne di opinione: sul loro sito è possibile leggere “…crediamo che cambiare le politiche, le pratiche, gli atteggiamenti e le opinioni di governi, imprese, media e cittadini sia necessario se vogliamo dare vita a un mondo più giusto.”

La nuova campagna “COLTIVA Il cibo. La vita. Il pianeta. ” si pone l’obiettivo altissimo di dare a ciascun cittadino del mondo, sempre, abbastanza cibo di qualità, oltre che di diffondere un sistema alimentare globale più giusto, più equo e più sostenibile, diffondendo sempre più l’informazione sugli stili di vita sostenibili appunto.

Il metodo COLTIVA è un modo tutto nuovo di pensare al cibo: come lo compriamo, come lo cuciniamo e come lo mangiamo.

E’ importante mostrare le connessioni tra il sistema alimentare globale e le cose che facciamo ogni giorno, e come le famiglie, agendo insieme, possono fare la differenza.

Il metodo è basato su cinque principi che, se venissero applicati da noi e dalle famiglie che conosciamo, potrebbero contribuire a sfamare i milioni di persone che tuttora non hanno abbastanza cibo nei loro piatti.

Il metodo comincia infatti al supermercato, prosegue in cucina, fino ai cinque pasti della giornata e oltre.

I principi sono:

-ridurre lo spreco di cibo

-comprare stagionale

-cucinare consumando meno energia

-mangiare meno carne

-comprare prodotti del commercio equo e solidale

-sostenere i piccoli produttori di cibo.

Per sapere di più è possibile scaricare il dossier “Come diventare ConsumAttori” qui

La rete Oxfam ha creato una serie di strumenti online per ispirare e sostenere le famiglie che vogliono sperimentare il Metodo COLTIVA, tra cui un’applicazione Facebook ed un ricettario collettivo su Pinterest.

Sul sito oxfamitalia.org alla domanda “Cosa puoi fare tu?” molti hanno già dato risposta attivandosi in maniera diretta ma se hai bisogno di suggerimenti ecco cosa puoi fare!

KIA – Carmela Giambrone

quest’articolo è pubblicato su Greenme

se vuoi leggere tutti i miei articoli pubblicati su greenme clicca QUI