Articoli taggati con dalle bucce nascono i fiori

CasaKia il nuovo progetto dall’anima green!

Tweet Chi segue il blog su Fb si sarà accorto del nuovo progetto partito proprio da qui: CasaKia.IT (con una pagina anche su Fb!) CasaKia.it è il nuovo contenitore web (ma non solo, visto che è anche un luogo fisico!) da dove partiranno laboratori ,presentazioni ed esperienze pratiche. Già presente il calendario di marzo ed in fase di creazione quello di aprile… maggio, giugno e luglio under construction…si accettano proposte! Cosa vorreste? volete proporvi per una vostra presentazione? avete voglia […] read more…

La vita é cambiamento

Tweet Questa mattina mi sono alzata con la voglia di scrivere …non scrivere con la testa ma con il cuore. Era da molto che non mi succedeva, questo perché nella mia vita sto vivendo un momento davvero duro, un momento di cambiamento profondo e di profonda rivoluzione. Ho sempre amato i cambiamenti e nella mia vita ce ne sono stati moltissimi, li ho sempre trovati fonte d’ ispirazione e di forza ma questa volta mi trovo ad affrontare qualcosa di […] read more…

Ottobre é arrivato!

Tweet Qualche tempo fa finalmente sono riuscita a trovare l’esatto modello di stufa a legna Zoppas Economica a cui davo la caccia da anni, cerca e ricerca ed eccola lì, costo decisamente abbordabile. Certo l’unica cosa é i chilometri da fare per andare a prenderla, la fatica e i favori chiesti a virili omaccioni per alzarla e trasportarla (in cambio di ottime cene vegan!) ed inoltre era anche da sistemare, nel complesso però era ben messa anche se molto sporca […] read more…

Vinci il libro “Dalle bucce nascono i fiori”

Tweet Sei un compostatore o vuoi diventarlo?  Vuoi vincere il libro “Dalle bucce nascono i fiori”? Da domani 1 giugno 2013 dì che ti piace la pagina Dalle bucce nascono i fiori con un “Like-Mi piace” e poi manda ad OttantunoKia entro sabato 15 giugno 2013 un messaggio con foto (solo con messaggio Facebook no e-mail)in cui spieghi la tua idea di compostaggio domestico urbano……le foto saranno pubblicate dal 16 giugno 2013 sulla pagina FB del libro(https://www.facebook.com/DalleBucceNasconoIFiori?fref=ts)…le tre fotografie che riceveranno più […] read more…

Interviste @Radio

Tweet Equo-Eco-e-Vegan @Baobab per ReteTre Rsi.ch 16.07.2015 Chiasso “Cambia il tuo clima” — RadioElle • 26 marzo 2015 Un vero piacere chiacchierare con la simpaticissima Manola Perzy di RadioElle nel suo “Grande Sorella” ed Eco Quiz Differenziamoci… la sotenibilità passa anche in radio!     Consumeradio Radio Art.1 • 15marzo 2013 L’intervista per Radio città Fujiko per “A qualcuno piace verde” programma di Valentina Olivato L’intervista che anticipa la mia partecipazione all’evento Ecostreet di Arezzo per Radio Wave International di […] read more…

Sul sentiero dell’ecosostenibilità

Tweet Tornata domenica sera tardi con il treno da Arezzo, dopo il mio intervento ad Ecostreet (avendo conosciuto la dolcissima Cecilia di Frigorosa che mi ha intervistata durante la presentazione di “Dalle bucce…” ed avendo avuto l’opportunità di fare due chiacchiere con il giornalista Antonio Cianciullo subito dopo la mia presentazione!), mi sono presa qualche giorno per riordinare le idee ed oggi pomeriggio mi aspetta la presentazione del mio libro al Festival degli Orti di Monza (alle 16.30 QUI il link all’evento!) ed (EVENTO […] read more…

Riflessioni, torta di compleanno ed appuntamento ad Ecostreet Arezzo

Tweet Le cose vanno così in fretta che non hai nemmeno un attimo per fermarti a riflettere. Ecco ora più che mai apprezzerei moltissimo il tanto amato “slow” di cui tutti parlano. Sono felice di come stanno andando le cose ma questo sta precludendo moltissimo i miei progetti…ho sempre meno tempo per le idee che mi vengono in mente e per le cose che devo fare e questo non mi piace. Le mie collaborazioni proseguono, mi sono imbarcata nel progetto […] read more…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Le cose vanno così in fretta che non hai nemmeno un attimo per fermarti a riflettere.

Ecco ora più che mai apprezzerei moltissimo il tanto amato “slow” di cui tutti parlano.

Sono felice di come stanno andando le cose ma questo sta precludendo moltissimo i miei progetti…ho sempre meno tempo per le idee che mi vengono in mente e per le cose che devo fare e questo non mi piace.

Le mie collaborazioni proseguono, mi sono imbarcata nel progetto VegHip invitata dalla mia cara amica Cristina e dall’uscita del libro moltissime sono le occasioni buone, meno buone e decisamente pessime a cui ho deciso di rinunciare.

Fattore tempo? sì certamente ma non solo.

Ho anche capito che spesso, anche in quest’ambiente, quello della sostenibilità si intende, quello fatto per intero ed assolutamente da persone eticamente perfette (e si sa la perfezione é dell’uomo, dico bene?), le persone tendono a essere persone…esattamente uguali a quelle che tutti noi troviamo in qualunque altro ambito: risultato? dai fiducia incondizionata e ti ritroverai con sfruttatori di ogni genere, da chi vuole solo copiare le tue idee fino a chi vuole guadagnare quattrini (perché come sappiamo pecunia non olet!) usando la tua faccia o il tuo lavoro.

Beh, sapete che vi dico? che io non ci sto.

Ho iniziatoa scrivere il mio blog senza scopi, non avevo come meta gonfiare il mio ego né gonfiare le mie tasche come invece alcuni tanto amano fare senza però dirlo (se no quale sarebbe il piacere!?)…e come si suole dire spesso…dire é meglio che fare…e questo l’ho visto in moltissimi casi….beh, ho iniziato (e continuato) quest’avventura con la sola voglia di diffondere le mie idee ed esperienze ed un blog mi pareva un buon modo per farlo.

Con il tempo, con un po’ di fortuna, con testardaggine e forse anche qualche schiaffo morale… mi sono ritrovata più adulta certamente ma soprattutto mi sono ritrovata a fare quello che amo e quindi mi chiedo….perché mai dovrei sottostare alle “Regole del mercato” come qualcuno di recente le ha chiamate?

Il mercato siamo noi, sono io e se io non le accetto?

beh, posso certamente trovare una soluzione consona alla mia vita, alla mia etica ed alla mia passione.

Bene, detto questo (e sfogo a parte) ecco un leggero post su una delle mie ultime ricette…(l’avevo detto che l’avrei postata prima o poi, no?)

Torta (di compleanno) vegan a base di crumble vegan di mele, crema pasticcera vegan, fragole e gelatina vegetale:
allora…la ricetta si divide in tre parti…
innanzitutto preparate l’impasto per la base, quel che vi servirà saranno
-150gr di farina integrale di grano tenero bio
-50gr di farina di manitoba
-2 mele a dadini
-50gr di noci
-50 gr di olio di girasole premuto a freddo e bio
-120gr di malto di riso
-latte vegetale q.b.
-1 cucchiaino di aceto di mele bio
-1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
-vaniglia
Ora quindi procedete ad unire le due farine in una terrina, le mele tagliate a dadini  e le noci.
Fate sciogliere il malto in mezzo bicchiere di latte a fuoco molto basso.
Una volta sciolto unite questo alla terrina contenente farina, mele e noci, mescolate per bene, unite l’olio ed a questo punto regolate con il latte in modo che l’impasto risulti omogeneo e senza grumi aiutandovi con una frusta.
Ora non vi resta che aggiungere il bicarbonato e l’aceto all’impasto avendo cura di girare bene.
Mettete il tutto in una tortiera foderata con carta da forno e fate cuocere a forno caldo 180°C per circa 30 minuti
Quindi preparate la crema pasticcera vegan.
Per farla vi servirà:
250ml di latte vegetale (anche qui ho usato quello di soia autoprodotto)
30 gr di malto di riso
15 gr di farina di grano tenero integrale
10 gr di amido di mais
1 cucchiaio di olio di girasole spremuto a freddo
un pezzettino di baccello di vaniglia
scorza di 1/2 limone grattuggiata
un pizzico di curcuma
Ponete il malto e l’olio in una terrina e lavorateli insieme quindi unitevi farina, amido e curcuma.
Ora fate scaldare il latte, la scorza di limone e la vaniglia.
Una volta caldi aggiungeteli al composto precedente, aiutatevi con una frusta così da evitare i grumi.
Ora riponete il tutto di nuovo sul fuoco molto basso fino a che non raggiunge la densità desiderata avendo cura di continuare a mescolare con la frusta.
Una volta cotta la base toglietela dal forno e fatela intiepidire, procedete a versare la crema sulla base e quindi decorate con frutta a piacere (io ho usato le fragole ma potete usare kiwi, banane, frutti di bosco…insomma quel che volete e quello che é di stagione!)
Ora non vi resta che preparare la gelatina.
Nota bene, non é essenziale ma rende decisamente goduriosa la torta…quindi a voi.
Vi serve solo dell’ agar agar  e dell’acqua.
Fate sciogliere 1gr di polvere d’agar agar in 250ml di acqua.
Fate bollire l’acqua, quindi sciogliete la polvere di agar agar  mescolando per qualche minuto.
Lasciate raffreddare.
Una volta tiepido il preparato diventa gel e potete così procedere a usarlo per ricoprire la torta…fate attenzione a lasciarlo raffreddare ma non completamente!
A questo punto la torta é pronta!
Se la fate raccontatemi come vi é venuta! La mia é stata un successone, l’ho preparata per il compleanno della mia mamma ed é davvero piaciuta moltissimo!!!
Infine, veloce comunicazione di servizio:
domenica 19 maggio per chi é di Arezzo e dintorni …sarò ad Ecostreet  festival dell’economia sostenibile per la presentazione del mio “Dalle bucce nascono i fiori” e il laboratorio di compostaggio domestico, spero tanto di vedervi e se venite passate a salutarmi!
Due giorni di dibattiti, animazioni e shopping in centro storico. Tra gli ospiti  molti “ambientalisti” come Jacopo Fo, Mario Tozzi, Maurizio Pallante e Carmela Giambrone. Ad Arezzo anche il premio “Nobel” per l’ecologia Rossano Ercolini.
Sabato 18 e domenica 19 maggio ad Arezzo!