Home » Autoproduzione, Ecosostenibilità, Oggetti utili, Ricette Vegan » Yogurt di soia autoprodotto

Yogurt di soia autoprodotto

Per autoprodurvi dello yogurt di soia non dovete far altro che avere una yogurtiera (questa accanto è come la mia, costa davvero pochissimo e vi assicuro che ne vale la pena!) e solo per  la prima volta acquistare un barattolino di yogurt di soia neutro bio ed avere del latte di soia, magari autoprodotto con la macchina per fare il latte vegetale a partire da fagioli di soia gialla bio e del malto meglio se di riso perché poco “saporito” oppure dello zucchero di canna grezzo (non quello marrone con i residui di melassa ok!?)

Quindi quando avete tutto il necessario non dovete far altro che prendere una bella insalatiera in vetro capiente versare il latte, aggiungere lo zucchero o il malto (un bel cucchiaio!), mescolare per benino fino a che non è del tutto sciolto e aggiungere il vasetto di yogurt. Ora mescolate ancora per benino per far diluire bene lo yogurt nel latte e poi con un mestolo porre nei vasetti della yogurtiera il composto liquido. Chiudere il coperchio, attaccare la corrente alla vostra “incubatrice” e  attendere 7-8 ore. Dopo questo tempo staccate la corrente, aprite il coperchio delicatamente e avrete ottenuto i vostri bei vasetti di yogurt autoprodotto!^-^
Ora fila via tutto liscio perché metteteli a raffreddare con il loro coperchio per una decina di minuti e una volta freddi poneteli in frigo, si conservano per circa una settimana, non di più!
Abbiate solo l’accortezza di non papparveli tutti…perché come vi dicevo prima da ora in poi non dovrete più acquistare yogurt…conservate sempre un vasetto come Starter ossia come yogurt dal quale partire per ottenere altri vasetti!…^-^ buon yogurtaggio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

7 Responses to Yogurt di soia autoprodotto

  1. abbiamo la stessa yogurtiera!!!!!
    anche io ho dedicato un post allo yò di soia!
    spesso le persone non capiscono che basta veramente poco per farselo!!!

  2. dimenticavo..per fare prima metti direttamente un cuc.aino di yò in ogni vasetto e ricopri di latte di soia.
    non hai lo sbattimento di mescolare tutto e lo yò viene lo stesso!!!
    meno contaminiamo e meglio viene!

  3. ^-^…dai! la prox volta farò così!!!^-^grazie un bacione!

  4. Nei giorni scorsi mi chiedevo appunto se potevo fare lo yogurt con il latte di soia.
    Posso usare anche il latte di riso, si?
    La prossima volta che vado da Naturasi prendo latte e malto.
    grazie!

  5. ciao!
    ho provato anch’io a fare lo yogurt di soya ma essendo allergica a latte e derivati mi è difficile trovare lo starter giusto, in quelli che ho trovato si dice che è possibile trovare tracce di latte perchè spesso i fermenti usati vengono allevati nel latte vaccino e poi usati per lo yogurt di soya. sapete aiutarmi a capire qual’è lo starter adatto a me? neanche in farmacia hanno i fermenti non supportati da latte vaccino 🙁
    grazie mille ^__^

  6. @zuppa certo che sì…puoi usare qualunque latte vegetale!!!^__^
    @Barba… se conosci qualcuno che fà lo yogurt vegetale in casa apsetta che abbia fatto 2 o 3 cicli e fatti dare un vasetto e usa quello come starter…dovresti non correre più rischi…^__^

  7. io..ho provato con lo yogurt (valsoia) ci tengo a dire il nome perchè lo ritengo responsabile(!!!!) e non mi viene!!!! aiutoooo

Rispondi