4chiacchere

About me

Ciao!

Mi chiamo Kia, almeno sul web.

Nella vita di tutti i giorni sono Carmen. Questo è il mio blog, in poche parole il luogo da dove é iniziato  tutto.

Tutto cosa?

Innanzitutto la trasformazione della mia passione, da semplice divertimento a lavoro.

Ricordo esattamente quando questo è successo: un giorno mi sono decisa a scrivere in maniera ordinata le mie esperienze e a raccontare a poco a poco i miei interessi, approfondendo ed indagando, ricercando ed informandomi.

Così, piano piano e senza rendermene conto, da blogger sono diventata giornalista.

Non è cambiato molto in realtà se non che adesso quel che faccio, oltre che farlo per amore, lo faccio anche per mestiere e questa è la cosa più bella che mi potesse capitare.

Questo spazio è il mio laboratorio di idee e lo è ormai da molto, molto tempo, ecco perchè indipendentemente dalle mie collaborazioni e dai miei partner di lavoro, Equo, eco e vegan, il blog, rimane qui, vivo, attivo e libero.

Ho una formazione scientifica e mi sono sempre lasciata incuriosire da tutto quello che non conosco: amo la natura, gli animali, sento un forte spirito di responsabilità nei confronti di un Pianeta che troppi ancora credono sia stato disegnato a loro uso e consumo.

Ora, cercando di non annoiare troppo, vorrei raccontare qualcosa di me così da permetterti d’inquadrarmi un po’ (si sa che inquadrare rende tutto più semplice per la maggior parte di noi).

Sono diventata vegetariana all’età di 18 anni, nel 2007 divento vegana e nello stesso anno nasce anche il blog.

Nel frattempo i miei studi e le mie esperienze, mi permettono di approfondire molti temi in ambito naturale come la sostenibilità ambientale, l’ecologia, l’etologia, la botanica, il consumo critico, il boicottaggio, la fitoterapia, l’alimentazione naturale e consapevole, insomma in una parola il mio vegan-lifestyle.

Da quel momento tutto è mutato in un crescendo, una continua evoluzione: mi sono avvicinata sempre più all’universo dell’autoproduzione rendendomi conto di come questo desiderio di sperimentare potesse rappresentare un reale metodo non violento di protesta perfetto per tutti, per tentare di uscire dalla spirale usa e getta che pervade molto nella nostra società.

Contemporaneamente alcune delle mie più grandi passioni mi hanno permesso di esplorare nuove aree: cucinare, fotografare, coltivare, creare e scrivere, naturalmente, sono diventati parte integrante del mio bagaglio di cultura e scoperta e non più solo passatempi spensierati.

Oggi di me posso dire di esser una persona estremamente dinamica e attiva: collaboro infatti con associazioni, cooperative, aziende nella realizzazione di progetti divulgativi ed educativi in campo ambientale.

Sono autrice e relatrice di molti laboratori e conferenze (segui questo link se vuoi saperne di più) e se solo alcuni anni fa l’idea di parlare ad un pubblico mi rendeva nervosa, ora sono convinta sia l’unico vero modo per mostrare, a chi ne ha vero desiderio, una strada un pizzico diversa da quella che solitamente viene proposta.

Nel 2013 Terre di Mezzo, editore etico e vicino ad alcuni dei temi a me cari, decide di pubblicare il mio “Dalle bucce nascono i fiori” (a questo link trovi la pagina Facebook) dove con semplicità metto nero su bianco la mia esperienza di compostaggio e riciclo naturale dei rifiuti anche in un ambiente urbano.

Anche qui parlo solo di cose che ho fatto per davvero, niente storielle di fantasia o raccontate da terzi insomma, non ho un ghostwriter o un autore, ciò che possiedo sono solo mani, testa, cuore e penna per sperimentare e trasmettere ciò che imparo, giorno per giorno, nella mia vita.

Quel che forse colpisce di più chi mi ascolta o legge, è capire che ciò di cui parlo è esperienza diretta senza fronzoli o arzigogolii mentali: non mi avventuro inventando storie fantastiche basate su letture di libri o esperienza altrui, bensì nella mia vita di tutti i giorni metto in pratica quel che racconto.

Cerco infatti di vivere in modo equo (ossia solidale) ed ecosostenibile (in maniera logica), attuo un consumo critico costante ed ancora oggi, superati i trenta, sogno un mondo dove vi sia giustizia per gli uomini e per gli animali e dove rispetto, amore e conoscenza siano davvero alla portata di tutti (ecco perché amo così tanto l’open source e l’autoproduzione).

Credo fortemente che solo grazie ad ognuno di noi e ad ogni nostro piccolo gesto, le cose nel mondo in cui viviamo possano davvero cambiare.

Ah, sì e non amo le svendite, ecco perchè non trovate banner pubblicitari sul blog e a tal proposito ho creato l’hashtag #noadsonlytips che uso su Instagram: significa che se consiglio qualcosa non lo faccio perchè mi hanno remunerato bensì perchè uso in prima persona quel “qualcosa” e trovo sia valido (insomma se cercate codici sconto questo blog non fa al caso vostro).

Social

La Fun Page su Facebook di Equo, eco e vegan* è questa,

mentre il mio profilo personale, se volete contattarmi lo trovate qui;

su Twitter sono Vegankia,

su Pinterest sono Little Kia

mentre su Instagram sono Kia_eeev.

Infine, se amate ancora la vecchia e-mail

questo è il mio indirizzo c.kiagiambrone@gmail.com.

Buona permanenza sul blog e non dimenticate che ogni suggerimento e commento è ben accetto 🙂

 

La vita va vissuta esattamente per come la si sogna, non per come la si “deve”, troppo breve, troppo importante per fare quello che si aspettano gli altri da te… se ti fermi un attimo e pensi a cosa volevi essere vuol dire che hai già dei rimpianti, l’unica cosa che puoi fare é porci rimedio, senza paura, senza agghiacciante terrore di quel che non avrai più, perché se non te ne rendi conto in tempo poi sarà troppo tardi per davvero e allora vivrai con un unico passeggero al tuo fianco: il rammarico …per non essere stato quel che avresti potuto, per non aver vissuto quel che avresti voluto… permetti ai tuoi sogni di indicarti la strada.

 

 

 

About.me

“sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”

Mahatma Gandhi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

6 thoughts on “About me

  1. ciao Kia.. sono Veronica e volevo ringraziarti!! è un pò che rifletto sull’ambiente e sul modo di vivere di noi occidentali, tutti presi dal consumismo e dallo stress.
    ho iniziato a leggere il tuo blog per caso ma ho subito iniziato a mettere in pratica i tuoi consigli e mi sono resa conto del fatto che riciclando si mette in moto il cervello!!! ti ritrovi con una bottiglia in mano e ti chiedi: a cosa può servirmi??” oppure:”mi servirebbe un portasapone..come lo creo?”.
    certo è molto più semplice uscire e comprarlo ma il divertimento dov’è?? 🙂
    Grazie grazie grazie!!

  2. Molto bello il tuo blog!
    Mi riconosco in molto di quello che hai scritto qui, sono vegana anche io da 5 anni, credo nella decrescita e nell’autoproduzione per contrastare questa nostra società consumistica e adoro anche io cucinare, coltivare il mio orto e scivere sul mio blog. Sono convinta che per cambiare il mondo sia necessario cambiare noi stessi e porre attenzione alle nostre scelte quotidiane!
    Ti seguirò con molto piacere!
    A presto
    Serena

  3. Ciao Kia,sono contento di trovare persone che hanno voglia di cambiare il mondo,io sto iniziando da poco e vorrei piano piano diventare vegetariano anche se la cosa lunga ma ci voglio riuscire, per ora evito di mangiare la carne.Ho notato che non stai aggiornando molto Google+,dura da fare?

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!