Cosmesi

Come lavarsi i capelli senza shampoo: no poo

photo credits dailypunch.pk

Come lavarsi i capelli senza shampoo ovvero come sperimentare il metodo no-poo ovvero no shampoo.

photo credits Carmela Giambrone

I benefici di questa potente detox capillare, proprio come quando utilizzate il ghassoul sotto la doccia o lo shampoo solido, giungono dopo qualche tempo di uso regolare: è necessario infatti un mese o poco più, per una completa detossificazione ed una seboregolazione naturale da parte della cute, abituata a detersione certamente, più aggressiva, anche se ecobio.

Non scoraggiatevi quindi, se per le prime settimane, i vostri capelli appariranno un po’ più pesanti del solito e tenderanno a sporcarsi più frequentemente, voi tenete duro e i risultati arriveranno!

Che cos’è il metodo no-poo

Il metodo no-poo, si basa sul massaggio sulla cute, svolto da una densa crema, realizzata a partire da bicarbonato di sodio (naturale e biodegradabile). Questa crema, alza naturalmente il  pH della cute, durante la sua azione di pulizia, ecco perchè, la seconda fase del metodo di lavaggio no-poo, si basa sul risciacquo a base di una soluzione acida, come vedremo, a base di aceto di mele o aceto di kombucha, utile a riportare il valore a pH a livello fisiologico. Gli effetti benefici di questo processo di detersione tutto naturale, sono:

  • capelli lucidi (perchè chiude le squame del fusto!)
  • capelli morbidi
  • capelli naturalmente senza nodi 

La ricetta del no-poo da fare in casa

La ricetta del non shampoo, utile a detergere cute e capelli, è semplicissima, eccola di seguito.

photo credits ecowarehouse.com.au

Ingredienti fase 1:

  • q.b. di acqua 
  • 6 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • 2 gocce di olio essenziale di lavanda

Ingredienti fase 2:

  • soluzione di: 2 cucchiai di aceto di kombucha ed 1 bicchiere di acqua (o multipli, a seconda della lunghezza dei capelli)

Il metodo no poo passo a passo

  1. Fase 1: in una ciotola poni il bicarbonato quindi aggiungi molto lentamente e a poco a poco l’acqua; non avere fretta, aggiungi l’acqua un cucchiaio per volta in modo da dosarne la quantità, se ne metterai troppa potrai aggiungere altro bicarbonato.
  2. Raggiunta la consitenza di una vera e propria crema, aggiungi l’olio essenziale di lavanda e mescola con un cucchiaio.
  3. Ora sei pronta per utilizzare la tua fase 1: inumidisci abbondantemente la cute ed i capelli con acqua tiepida, non calda, altrimenti spingi la tua cute a secernere sebo. 
  4. Ora, un poco per volta poni la tua crema a base di bicarbonato al profumo di lavanda sulla cute e massaggiala delicatamente, senza sfregare ma con movimenti rotatori e delicati.
  5. Cospargi l’intera cute e non pensare alle lunghezze. 
  6. Adesso lasciala agire per 3-5 minuti. 
  7. Trascorso questo tempo, procedi a risciacquare con abbondante acqua tiepida (non calda!).
  8. Una volta che sei certa di aver completato il primo risciacquo puoi procedere alla fase 2 del metodo no poo, ovvero versa, aiutandoti con una brocca, la soluzione acida.
  9. Terminato, ricorda di non risciacquare ma asciugati cute e lunghezze con un telo in microfibra e pettina delicatamente le lunghezze.
  10. Ecco fatto, metodo no poo completato!

Dubbi sul metodo no-poo?

Nessun odore: dopo l’ultimo risciacquo e l’asciugatura, i tuoi capelli saranno lucidi e profumati, non hai nulla di cui preoccuparti!

Ogni quanto bisogna lavare i capelli con il metodo no poo? in media, questo genere di lavaggio dei capelli permette di tenerli puliti per 3-5 giorni ma questa, naturalmente è una media, tutto dipende infatti da fattori come:

  • la tua città (è più o meno inquinata?)
  • l’alimentazione (mangi più o meno sano?)
  • lo stress e i fattori ormonali
  • il periodo dell’anno (in estate il sudore peggiora le cose!)

Come avere capelli puliti, più a lungo

Un metodo semplice per diminuire la frequenza dello shampoo no-poo è possibile realizzare una semplice polvere secca di emergenza che permette di allungare di 1-2 giorni il tempo tra un lavaggio no poo e l’altro.

photo credits Carmela Giambrone

Polvere naturale fai da te per shampoo secco d’emergenza

Ingredienti:

  • 3 cucchiai di amido di mais o di riso
  • 1/2 cucchiaino di ossido di zinco
  • flacone riciclato con apertura grande (tipo di bagnoschiuma o shampoo)
  • piumino per talco o pennellone da cipria mineral 

Procedimento:

  1. Ponete il mix di polveri nel flacone;
  2. versate a poco a poco la polvere sulla cute e con il pennellone da make up minerale cospargete la polvere per bene sull’intera cute;
  3. terminato questo, lasciate agire le polveri per 15 minuti, massaggiando con i polpastrelli la cute;
  4. trascorso il tempo di azione, mettetevi a testa in giù (meglio se in doccia così da non sporcare ovunque!) e spazzolate per qualche minuto, delicatamente dalla radice alla punta, i capelli. 

Fatelo con delicatezza e  al termine, scoprirete il fantastico e naturale effetto di questo shampoo secco d’emergenza!

Leggi tutti gli articoli su Patreon, become a Patron!

Rimani sempre aggiornato!

Per rimanere aggiornato su tutte le news su slow living, sostenibilità e scelta vegan, iscriviti alla newsletter di equoecoevegan.it! Inserisci l’indirizzo e-mail qui sotto e clicca su “Iscriviti”!
Riceverai comodamente nella tua e-mail le notizie di Equo, eco e vegan appena pubblicate! Ricorda il servizio è gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento tu lo desideri. A presto su Equo, eco e vegan!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Carmela Kia Giambrone

web writer, blogger, freelance journalist and nature addicted.

Potrebbe piacerti...

6 commenti

  1. Susanna dice:

    Ciao Carmela, posso usare l’aceto di vino al posto di qeullo di mele? grazie

    1. Ciao Susanna, sì certo, però magari aggiungi un paio di gocce di olio essenziale in modo da mitigare leggermente l’odore di aceto di vino, molto più intenso rispetto al kombucha o alle mele. 🙂

  2. Lalla dice:

    Ho provato la ricetta del tuo shampoo solido! FANTASTICO! non tornerò più indietro e ora però mi hai incuriosito

    1. Ciao Lalla, sono felice che ti sia piaciuto lo shampoo solido e grazie per il supporto su Patreon! se provi anche il metodo no poo, mi raccomando, raccontaci la tua esperienza 🙂 a presto, Kia

  3. Lucia dice:

    Ciao Carmela, io uso il gassul da tanto e mi trovo benissimo, mi lascia i capelli setosi e morbidi però voglio provare questo metodo, grazie per averne parlato, ora mi hai convinto!

    1. Ciao Lucia, il ghassoul è ottimo per pelle e capelli, è molto purificante ma anche calmante. Il no poo invece lavora sull’igiene e una detersione “pura”: se lo provi facci sapere 🙂 a presto, Kia

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!