Autoproduzione

Cosa sono i FerVìda, come si ottengono e come si usano

fervida
Photo credit Carmela Kia Giambrone

Ho scoperto diversi anni fa i FerVìda di Pa Cheng, anziana donna thailandese famosa per aver usato e diffuso il metodo dei FerVìda, grazie ad un’amica e poi ho approfondito molto l’argomento tramite l’aiuto della rete ed ho così scoperto il Dr. Teruo Higa, microbiologo ed agronomo giapponese, che ha fatto dei microrganismi effettivi una bandiera in campo agronomico e scientifico.

microrganismi effettivi
fonte foto tecnichenuove.com

Ho studiato e letto moltissimi blog, siti e libri diversi ed ho trovato anche molti gruppi che ne parlavano, in maniera più o meno chiara. Un gruppo sul social più famoso che ci sia, che mi sento di consigliare, è certamente quello dei Microrganismi FerVìda mentre un libro che ho trovato molto utile è “Microrganismi effettivi” di Teruo Higa edito in Italia da Tecniche Nuove.

Come sempre però leggere non mi è bastato, così in questi anni ho sperimentato e sperimentato e con grande passione e cura, ho scoperto quanti usi e benefici possano davvero regalare questi organismi naturalmente presenti nell’ambiente, praticamente in ogni ambito della nostra vita quotidiana.

Ma che cosa sono i FerVìda?

I FerVìda, anche conosciuti come fermenti di vita, sono dei fermenti appunto che si ottengono a seguito di una lunga fermentazione in acqua zuccherata o per meglio dire dolcificata, di elementi vegetali.

Continua a leggere l’articolo su Patreon, become a Patron!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “Cosa sono i FerVìda, come si ottengono e come si usano

  1. Ciao Kia, vorrei approfittare per un consiglio: circa un anno e mezzo fa ho preparato sei barattoli di vetro da due litri di fervida di fichi d’india e poi per problemi vari li ho riposti e mi sono dimenticata di loro. Li ho riscoperti adesso e non so che fare; si sono quasi tutti stratificati in dischi gelatinosi e due hanno nella parte superiore dei dischi scuri con evidente presenza di muffe. Tutti presentano una parte liquida trasparente arancio. Vorrei per lo meno usarli nell’orto ma in che modo? Ti ringrazio per ogni consiglio che vorrai darmi

    1. Ciao Giuse, le piante trattate con i fervida (in opportuna diluizione) risultano molto più sane, reagendo bene a possibili sbalzi di temperatura e umidità inoltre i fervida, come il compost vegetale, arricchiscono il terreno e rafforzano le radici. Il mio consiglio, indipendentemente della materia vegetale che hai utilizzato per realizzarli, è di utilizzarli in diluizione 1:1000 (1ml:1l) procedendo a cicli annuali di 3 trattamenti nei periodi che precedono la semina (approssimativamente gennaio, marzo e settembre). Se poi utilizzi i fervida anche come difesa dai parassiti fitofagi o micotici scegli diluizioni più concentrate come 1:100.
      Naturalmente tienici aggiornati sugli sviluppi (se vuoi iscriviti al gruppo “Compostatori felici sul balcone” su fb e rimani in contatto con Equo, eco e vegan! 🙂

  2. Salve purtroppo dove sono io è difficile trovare scarti da agricoltura biologica….si possono fare ugualmente con frutta e verdura che si trovano al supermercato?o solo bio? grazie mille

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!