Candele vegan, biodegradabili, vegetali ed atossiche fatte a mano

candele di sioa alla menta piperita in vasetto • photo credits Carmela Giambrone

Da sempre sono una forte sostenitrice dell’uso delle candele, un po’ per il loro potere di rendere un luogo ed un momento intimo, caldo, poetico un po’ per l’amore che nutro per la luce calda.

Cosa c’è in una candela classica?

Sono però sempre stata inconsapevole del fatto che, avendo fatto la scelta di non utilizzare cera d’api perchè ho deciso di essere vegan ed utilizzando candele a base sintetica (quindi a base di petrolio), ciò che stavo facendo non era esattamente saggio.

Insomma le candele a base di paraffina fanno male all’ambiente, agli animali ed anche a noi.

Quando bruciamo una candela, nell’aria si liberano sostanze: ecco perchè dopo aver scoperto la cera di soia, dopo pochissimo tempo, me ne sono innamorata.

Ho iniziato a sperimentare ed ora, al posto di un lampada, non appena posso, uso le mie candele vegetali, handmade e naturali.

Visto il loro successo tra amici e parenti ho deciso di inserirle nella mia piccola bottega di oggetti handmade with love.

Ma cosa hanno di speciale le mie candele vegetali fatte a mano?

Innanzitutto sono naturalmente realizzate a mano, preparate con le mie mani (e mi diverto tantissimo!), uso solo con cera vegetale al 100%, di soia NON OGM, atossica, biodegradabile e completamente naturale.
Inoltre la cera di soia
Continua a leggere l’articolo su Patreon, become a Patron!

Print Friendly, PDF & Email

16 thoughts on “Candele vegan, biodegradabili, vegetali ed atossiche fatte a mano

    1. Ciao Claudia, al momento le candele che creo non sono quelle classiche lunghe bensì un poco più creative, anche autoportanti ma quelle classiche non rientrano ancora nelle mie creazioni 😉 ovviamente resta in contatto in modo da poter rimanere sempre aggiornata sulle mie creazioni sempre nuove! A presto 🙂

  1. Grazie per questo articolo, sopratutto per le foto delle candele!
    Però ho un dubbio sulla soia, è già molto richiesta sul piano alimentare per gli animali e le persone, non dovremmo evitare di usarla il più possibile?
    Forse ci sono altre cere vegetali che hanno un impatto minore?

    1. Ciao Daniele, sono felice che l’articolo e le foto ti siano piaciute. Che la soia sia argomento controverso è certamente vero ma, proprio come la scelta di soia non ogm ricade quando facciamo la spesa (come per i fagioli, il tofu o il latte), anche la scelta di cera di soia deve essere responsabile. Aggiungo che le comuni cere di paraffina sono di gran lunga peggiori dal punto di vista ambientale, e non solo. Per risponderti poi, sì certo, vi sono altri tipi di cere vegetali ma che hanno peculiarità diverse. Io stessa le uso ma sempre mixandole perchè la resa e ciò che producono non potrebbe essere funzionale se prese singolarmente. Spero di rivederti! a presto, Kia

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!