Vegan lifestyle

L’incredibile Vegan

Questa mattina ho consciuto delle nuove persone in università ed ovviamente, come sempre, tra una chiacchera e l’altra, il discorso vegan è comparso in poco più di 10 minuti. Come sempre, ecco la domanda: “perchè non mangi latte e uova?”. Mi piacerebbe iniziare a rispondere con una domanda: “e tu perchè mangi latte e uova?”

Sono diventata vegana dopo molti anni da vegetariana, è stata una normale evoluzione.
Spesso sono costretta a spiegare le ragioni della mia scelta e da quando sono vegan mi capita ancora di più.
come se da vegetariana tutto sommato potevo andare ma da vegan, be, proprio no.

Perchè non mangio latte

Il latte è un prodotto animale e come tale, dato che la natura è più intelligente di noi, è specie-specifico ovvero ogni latte è creato per la specie animale per da cui è prodotto.
Il latte di Mucca è diverso da quello di una mamma umana, altrimenti perchè non darlo ai neonati? ecco: il latte di mucca è il perfetto alimento per i cuccioli di mucca ovvero per i vitelli, ha un’alto valore proteico, maggiore di quello umano e questo, di nuovo, lo dobbiamo all’evoluzione.
Il vitello ha esigenze nutrizionali diverse da un bambino: il latte umano possiede un alto contenuto di lattosio e inferiore tenore proteico.
L’essere umano è l’unico animale a nutrirsi di latte non della propria specie e a farlo da adulto, forse dovremmo chiederci se questo è così saggio come sembra.
Le mucche da latte non esistono: le mucche sono mammiferi e in quanto tali, producono latte come alimento per i propri cuccioli, sarebbe come dire che una mamma è una donna da latte, va da sè che stride con un senso etico e ci fa ritorcere le budella. Perchè invece il senso etico non appare quando si parla di mucche?

La vita di una mucca da latte

La mucca quindi, come tutti gli altri mammiferi, produce latte per nutrire il cucciolo appena partorito. La mucca viene ingravidata mediante inseminazione artificiale in modo da permettere all’allevatore di programmare la mungitura. Una volta partorito il vitellino esso viene immediatamente allontanato, subito dopo la nascita.
La mucca, dopo essere stata nutrita con mangimi ricchi di ormoni per massimizzare la sua produzione di latte, sarà munta meccanicamente da una mungitrice, in grado di mungere anche 10 volte il quantitativo naturale di latte che un vitello potrebbe richiedere in natura.
Il vitellino, una volta nato, potrà, se maschio, essere macellato, se femmina divenire quel che è sua madre, una mucca da latte.
Il processo di produzione del latte da dopo il parto, dura dagli 8 ai 10 mesi quindi per evitare di interrompere il processo, e perdere guadagni, l’allevatore fa sì che la mucca venga ingravidata prima che termini il periodo di produzione del latte così da non perdere mai guadagno.
Naturalmente questo sistema di sfruttamento  fa si che le mucche da latte dopo 5-6 parti cali di produttività, a causa di mastiti o deperimento.
È così la volta del macello e da mucca da latte diviene mucca da carne.
Una mucca da latte soppravvive in media 4 o 5 anni, una mucca, in natura, potrebbe vivere fino a quarant’anni.
Info utili:
lav.it/aree-di-intervento/allevamenti-e-alimentazione/mucche-e-vitelli
viverevegan.org
infolatte.it
vegfacile.info
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

14 thoughts on “L’incredibile Vegan

  1. grazie per il suggerimento di responsiblepeople.co.uk, a ethical superstore ho già scritto e sto aspettando una risposta…
    linkami pure, mi fa piacere, anzi adesso ti aggiungo ai blog amici!
    ciao!

  2. un’altra cosa: ho visto che vendi oggetti fatti a mano da te.. conosci http://en.dawanda.com ?
    Funziona come Ebay ma è molto più piccolo e carino, puoi mettere in vendita oggetti fatti a mano o unici, registrazione gratuita assolutamente facile da usare e gestire. Io l’ho fatto con due mie maglie, e ho trovato un sacco di cose carine da comprare! 🙂

  3. ma sei un pozzo di scienza!!!…cioè in pratica sei promossa a mia mentore…ma quel che giusto è giusto…solo dopo Vera!!! ;)…grazie mille!!!ci vado subito!!!

  4. Dai, non te la prendere, è una piaga sociale che affligge tutti i vegani quella del “perché no le uova e il formaggio?” 🙂

    Tra le più carine che mi sono capitate c’è una tipa che mi ha detto “Ah ma non mangi le uova perché sei contraria all’aborto?”
    e un’altra che è andata in confusione e non sapendo cosa darmi mi ha chiesto “Ma le patate le puoi mangiare?” 0_0

    Se cogli il lato umoristico, ti arrabbi meno e riesci a spiegare con calma…

    salutone!

  5. …come diceva una persona di mia conoscienza…santa pazienza…e per me che ne ho ben poca è più che santa, è utopica!!!
    …vabè…meno male che però poi capita di incontrare sempre qualcuno che ti tira sù il morale!!!;)…

  6. Peccato che i leoni sono carnivori mentre i cani sono onnivori pur discendendo da un antenato prevalentemente carnivoro…certo…non credo sia necessario aver dato zoologia per saperlo…poi forse mi sbaglio…(ma sai forse basta avercelo un cane e vedere che mangia di tutto…i miei stravedono per la frutta ma anche per qualche verdura…e ho avuto cani da quando sono nata e tutti i mei cani hanno sempre avuto una dieta onnivora…certo basta daglieli gli alimenti diversi e non relegarli ad una vita fatta di scatolette o croccantini e stop…e poi magari dopo anni dire che mangiano solo quello…)
    AH, credo che ti faccia piacere sapere che i miei cani stanno benissimo e anche quelli di tutte le persone come me che hanno scelto una dieta sana ed equilibrata (cioè non solo fatta di carne) per i loro cani e i loro gatti…
    beh, comunque grazie per il commento, torna a trovarmi.

  7. Non scriviamo troiate sui cani!!! Che siano dei cessi e mangino di tutto non significa che siano naturalmente onnivori, lo sono solo per adattamento a viver con l’uomo, in quanto in natura sarebbero rigorosamenti carnivori e l’istinto di cacciare è presente in tutti i cani, indipendentemente dal fatto che siano da caccia o no. Se vuoi uccidere i tuoi cani estremamente in fretta fai pure, stai solo andando contro natura.

  8. Peccato che il tuo senso dell’umorismo faccia il pari con il tuo senso della realtà…
    Se è per questo anche gli uomini sono onnivori, necessitano di una dieta varia, che comprende anche carne, uova e latticini.
    Ok, se si parla di inutili torture agli animali sono il primo a scherarmi al tuo fianco, detesto le pellicce, detesto i circhi (non quelli con acrobati e clown, quelli sono una forma d’arte. E anche quelli equastri hanno un senso, ove gli animali non siano maltrattati.Mi riferivo in senso negativo a quelli con foche, elefanti, giraffe e compagnia briscola), ma non trovo proprio nulla di sbagliato nè in una fetta di formaggio, nè in un maglione di lana né tantomeno in una fiorentina da un chilo e mezzo. E non dirmi che se i mattatoi fossero di vetro non mangerei carne… non è così. Scrivo di cronaca nera, e ho visto ragazzi della mia età caduti da una moto ridotti assai peggio di quanto non possa mai fare un macellaio… Quello sì mi fa inorridire, una mucca no.

  9. Pardon, priva volevo dire circhi equestri, non certo “equastri”…colpa della foga.
    Comunque devo concordare con Alessandro: è quantomeno curioso che una fanciulla che sciorina ad ogni piè sospinto come mucche, pecore& co siano così perchè criminalmente adattate nei secoli dall’uomo, poi si ostini a nutrire i suoi cagnolini contronatura, secondo abitudini che essi hanno preso solo grazie alla convivenza con l’uomo…

  10. Vorrei rispondere ad entrambi in modo comunitario così risparmio sull’inchiostro…ops…qui non c’è inchiostro…beh vorrà dire che risparmierò tempo…
    …forse è il caso che apriate un secondino le menti e capiate una cosa…non è che tutto ciò che ha canini si nutre esclusivamente di carne…provate a dare ad un leone la frutta e vedrete cosa se ne fà…lui sì che è carnivoro…ma il cane no, indipendentemente dal fatto che sia una fogna o meno…
    …seconda cosa, l’istinto di sopravvivenza spinge ogni essere vivente a compiere azioni-cacciare prede, lotte, istinti sessuali- noi qui nel discutere ne siamo la prova e dei cani -benchè non abituati alla caccia- che istintivamente cacciano una preda ne sono un’altra…
    …tutta un’altra cosa è dire che sono carnivori e moriranno senza carne…è tutto molto relativo e non assoluto…se uno dice che il cane è carnivoro intende che il cane mangia e può mangiare solo carne, se invece uno dice che è onnivoro allora questo equivale a dire che può mangiare qualunque cosa ( e questo significa QUALUNQUE)…detto questo, se voi aveste letto il mio post sapreste anche che io non nutro i miei cani prettamente con cibo vegetale ma ciclicamente vario la loro dieta…

    …per quanto riguarda quello che ti fa inorridire…beh questo direi che è una cosa personale…no?
    …a te può fare inorridire qualcosa e a me un’altra…

    Grazie a d entrambi per il vostro commento, tornate a trovarmi.

  11. Come richiesto torno a trovarti: per quanto riguarda i cani posso dirti che è vero che non si nutrono solo di carne, ho anch’io un cane in casa da 13 anni e so benisiimo che adora anche il gelato, il cioccolato, mangia anche i mandarini, croste di formaggio, uova, biscotti, cracker e un sacco di altra roba se gli piace come gusto, ma da questo a dire che sono onnivori e devono diventare vegani anche loro ne passa… Tiene poi conto che il loro organismo è adattato, come quello dei lupi loro progenitori, per ricavare gran parte delle sostanze nutritive dalla carne e non è adattato, se non in minima parte, ad una dieta onnivora.

  12. Ogni organo del corpo di una animale, sia esso stomaco o meno, e sia l’animale mammifero o meno, è -come dici bene tu- adattato a giocare il suo ruolo all’interno dell’organismo nel miglior modo possibile definito dall’evoluzione.
    La parete dello stomaco ed il suo lume sono “creati” per distruggere gli alimenti ingeriti ed estrarne la maggior quantità possibile di sostanza nutritiva necessaria al metabolismo del corpo.
    Ogni specie IN NATURA si troverebbe ad alimentarsi ognuna con determinati alimenti, ruminanti come mucche o cammelli con erba e piccole piantine, uccelli con vermi, semi e piccoli insetti, mammiferi come lupi e/o canidi con piccole prede, uomo con tuberi,radici, frutti, piante e anch’esso piccole prede.
    Posti tali presupposti: noi non siamo più in uno stato definibile “naturale” e nemmeno mucche e cammelli-nutriti a pappe di farine e soia negli allevamenti-, uccelli-nutriti con farinacei e soia nelle nostre città e negli allevamenti-e tantomeno i canidi delle nostre case…abituati a cibo in scatola fatto di coloranti, conservanti, aromatizzanti…che tutto è trannne che carne…e quindi mi dico…
    se i nostri organismi riescono a metabolizzare il cibo che la maggior parte di noi ingurgita o se questi animali sopravvivono grazie al cibo che sono costretti a mangire…credo che ormai sia certo che benchè evolutivamente la storia delle 4 sezioni stomacali dei ruminati permettano alle mucche sicuramente più efficacemente del nostro stomaco di sottrarre sostanze nutritive dai cibi vegetali…osservando uomini vegani, che si nutrono di soli cibi vegetali e non solo sopravvivono, ma studi scientifici dimostrano che vivono anche salutisticamente meglio dei simili non vegani (come prova basta guardare le analisi del sangue “generiche” di un vegano e di un onnivoro…e vi stupiranno!)mi dico…a rigor di logica…e anche di scienza…l’evoluzione porta determinati risultati…ma l’evoluzione non si ferma ed ogni giorno compie un piccolo passettino…i cani per come li conosciamo noi ormai sono ben adattati a mangiare sia carne che altro e, pur discendendo dal lupo non solo non disdegnano cibi non carnivori ma tali cibi fanno ormai parte di una dieta equilibrata e bilanciata.
    Credo che ognuno di noi possa avere un’opinione a riguardo ed io non sono nessuno per dire che un cane sarebbe più felice se “veganizzato” …io per il momento ho semplicemente deciso di variare la dieta dei miei…un pò per salute, un pò per appetibilità…sicuramente sto molto attenta a cosa preparo per loro ma credo che una dieta equilibrata non si basi su alimenti di origine animale.
    Avendoli portati dal mio veterinario lui mi ha semplicemente consigliato di nutrirli con una “base” di cibo tipo crocchette in modo che possano riceve tutto ciò di cui hanno bisogno e poi se voglio dare loro dell’altro.E così sto facendo.Liu e Stringa stanno molto bene e sicuramente il variare la dieta porta loro positivi effetti sull’appetibilità e sulle arterie!
    Comunque grazie per il tuo commento, torna a trovarmi!

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!