Sostenibilità

Too good to go: l’app per waste warrior!

Photo credits toogoodtogo.it //

Dopo l’app che riduce la tua impronta di cui ti ho raccontato qualche tempo fa, oggi ti parlerò di un’altra app molto utile sia a te che al Pianeta.

Scoprirai che all’interno di una vera e propria confezione regalo, potrai trovare tante meraviglie e se a questo, aggiungi che stai anche combattendo lo spreco di cibo e facendo molto bene all’ambiente, cosa ti ferma dal provarla?

Che cos’è lo spreco alimentare e cosa puoi fare per evitarlo

Te ne avevo già parlato qualche tempo fa, trattando il tema di come ridurre gli sprechi alimentari per risparmiare denaro e proteggere l’ambiente, ma lo spreco alimentare è una vera piaga della nostra società. Il cibo che viene gettato, diventando spazzatura, ha enormi ripercussioni ed implica più aree interconnesse tra loro: ambientale, sociale ed economica. Lo spreco alimentare poi lo si può trovare lungo tutta la filiera del cibo e pertanto deve essere affrontato come un vero problema trasversale che riguarda più ambiti. Se sappiamo bene che per abbattere lo spreco di cibo, il punto di partenza per noi è ovviamente la dispensa, oggi voglio mostrarti un punto di vista un po’ diverso: l’acquisto!

L’app di cui voglio parlarti è Too Good To Go.

L’app nasce nel 2015 in Danimarca, da un’idea rivoluzionaria che fino a quel momento risultava molto difficile da applicare su larga scala: consumare il cibo fino all’ultimo giorno da parte di tutti, abbattendo così lo spreco. Gli ideatori? un gruppo di studenti che con quest’idea volevano fare la diffreenza. Scoprila assieme a me e all’intervista che ho realizzato a Francesca Grimaldi, Pr Assistant del team di To Good To Go qualche giorno fa e combatti lo spreco alimentare in un click!

Spreco alimentare: i numeri che fanno la differenza

Molte sono le persone che, al supermercato, quando acquistano prodotti alimentari, fanno ben attenzione a scegliere quelli con la data di scadenza più lontana: questo porterà irrimediabilmente ad innalzare la quantità di quei prodotti con scadenza più vicina ed ecco quindi che, in controtendenza a queste pratiche di scarso buonsenso, cercare invece di utilizzare il cibo fino a quando è possibile è forse la scelta più sensata ed eticamente accettabile, quella che tutti noi possiamo fare senza alcuna grossa fatica.

Dopo un anno e mezzo dal lancio dell’App Too Good to go nel mondo, i pasti salvati sono stati 50 milioni, che altrimenti sarebbero stati gettati nella spazzatura, con 27 milioni di utenti e 47.000 partner in 15 paesi nel mondo, inclusi gli Stati Uniti, così sono stati risparmiate oltre 100.000.000 Kg di CO2!

Nel nostro Paese, l’Italia, i pasti salvati sono stati 1.6 milioni, con 2.1 milione di utenti dell’app, 7500 partner in più di 40 città e 2.500.000 kg di CO2 risparmiata. Dei bei numeri per una semplice app, no?

numeri-too-good-to-go
Photo credits toogoodtogo.it

Combattere la fame nel mondo, riducendo lo spreco alimentare, agire per il benessere del Pianeta e lavorare insieme, sono solo tre dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile: Too Good to go ti permette di agire concretamente per migliorare la sostenibilità ambientale delle tue scelte e per ridurre lo spreco alimentare. Da parte tua puoi diffondere il pensiero che cibo vicino alla scadenza non è rifiuto bensì risorsa.

Le difficoltà che gli ideatori di To Good To Go hanno incontrato, come mi racconta Francesca, hanno riguardato essenzialmente la mentalità di esercizi commerciali e utenti, non sempre ricettivi al tema antispreco in quanto problematica: un problema che purtroppo si riscontra in tutta Europa e oltre, e che ha fatto sì che Too Good To Go investisse una parte consistente dei ricavi dell’app in campagne e progetti di informazione e sensibilizzazione, volontà che ha permesso a Too Good To Go di ottenere la certificazione B Corp, la quale attesta che l’azienda non ha solo finalità commerciali, ma il suo business fa bene alla società e all’ambiente.

Se abbiamo già iniziato a percorrere la strada dello zero waste, scegliamo il cibo sfuso e la nostra spesa è sostenibile e a Km0 non ci resta che provare a diventare degli waste warrior! Scopriamo quindi insieme con semplicità come funziona quest’app nella pratica.

Come funziona Too Good To Go nella lotta allo spreco di cibo

app-riduce-spreco-alimentare
Photo credits toogoodtogo.it

L’app permette di fatto con estrema semplicità di mettere in comunicazione i negozi che possiedono del cibo in scadenza con i consumatori che decidono coscientemente di comprarlo per salvarlo dallo spreco. Il commerciante realizza una scatola magica, chiamata magic box, riempiendola con il cibo di vario genere, sempre di buona qualità (perché cibo in scadenza non significa cibo da buttare ma cibo che può essere ancora consumato!) quindi la carica sull’App ed il gioco è fatto.

Istantaneamente la magic box viene resa disponibile per l’acquisto.

Chi si iscrive all’App, può scegliere di acquistare la magic box con un semplice clic e per pochi euro, potrà portare a casa anche più del doppio del valore che ha speso: utile all’ambiente, utile alle tasche e soprattutto davvero un gesto di buon senso!

Una fascia oraria permetterà il ritiro facilitato da parte del cliente nel negozio della propria magic box.

Di fatto un sistema che permette una vittoria per tutti, anzi quattro:

  1. chi sceglie l’app può godere di cibo vario e nuovo;
  2. chi acquista può ridurre lo spreco in maniera efficiente;
  3. i negozianti possono anche raggiungere nuovi clienti;
  4. chi vende il cibo può abbattere lo spreco di prodotti che altrimenti risultarebbero invenduti e sarebbero gettati.

L’obiettivo ultimo di Too Good To Go consiste proprio nel creare la più efficiente rete anti spreco e cercare di rendere tutti, dai cittadini alle grandi aziende, più consapevoli di ciò che lo spreco alimentare comporta e di come combatterlo.

Recensione di Too Good To Go a confronto: come venditore e come consumatore

Photo credits toogoodtogo.it

Vi propongo due esperienze, su due fronti d’uso dell’App opposti: una da venditore e la mia, da consumatrice.

Un’amica che ha un negozio e usa l’App da diversi mesi per realizzare Magic Box, alla mia domanda “come ti trovi con l’app?” mi racconta “Come venditore l’esperienza è positiva, l’app permette di farsi conoscere da persone nuove e vendere senza gettare ciò che altrimenti non si riuscirebbe a vendere. Purtroppo può capitare che prodotti alimentari vicini alla scadenza non siano più attraenti per i clienti e che purtroppo arrivando a un certo limite, debbano essere gettati!” e prosegue “… l’app permette di evitare questo spreco e rende disponibili ad essere acquistati questi prodotti che sono ancora buoni e che effettivamente sono una vera risorsa e non un rifiuto, è davvero un peccato vedere il cibo che viene gettato!” infine “...la realizzazione delle box è semplice e basta solo avere un po’ di attenzione alla variabilità per rendere i clienti felici!

L’esperienza da consumatrice?

Per quanto mi rigurda, ho usato spesso l’app Too Good to Go per acquistare delle magic box e in tutti i casi, tranne uno, mi sono trovata benissimo. I negozianti erano gentili e disponibili, alle volte arricchiscono le box con campioncini di tisane, la merce è in buono stato, fresca e assolutamente consumabile e la possibilità di scoprire prodotti nuovi e negozi nuovi, mi ha portato di fatto nel tempo a scegliere anche di acquistare alcuni prodotti in questi nuovi negozi che avevo scoperto grazie all’app.

Naturalmente, di contro, le magic box non sono infinite quindi bisogna sempre essere rapidi ed acquistare la propria box non appena è disponibile senza indugio.

Infine, anche quando mi è capitato, in un solo caso, ci fosse della merce non in linea con la policy dell’App (non consumabile e scaduta) confezionata dal furbetto di turno, che probabilmente non aveva compreso il vero senso, il servizio clienti dell’App ha preso in carico la mia recensione e di fatto dopo aver verificato la veridicità mi ha rimborsato completamente.

Un aiuto concreto infatti che ciascuno di noi può dare è rilasciare i feedback che come utenti possiamo dare allo store una volta acquistata la Magic Box, questo permette a Too Good To Go di capire se ci sono stati eventuali problemi durante il processo e come risolverli per migliorare il servizio offerto.

Un’App affidabile al servizio dell’ambiente e davvero molto semplice da usare! E tu, la conoscevi? l’hai mai usata o la proverai? raccontamelo nei commenti!

Leggi tutti gli articoli su Patreon, become a Patron!

Rimani sempre aggiornato!

Per rimanere aggiornato su tutte le news su slow living, sostenibilità e scelta vegan, iscriviti alla newsletter di equoecoevegan.it! Inserisci l’indirizzo e-mail qui sotto e clicca su “Iscriviti”!
Riceverai comodamente nella tua e-mail le notizie di Equo, eco e vegan appena pubblicate! Ricorda il servizio è gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento tu lo desideri. A presto su Equo, eco e vegan!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Carmela Kia Giambrone

web writer, blogger, freelance journalist and nature addicted.

Potrebbe piacerti...

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!