Scienza

Perchè la vitamina C non ci salverà dal Coronavirus (e nemmeno dalla comune influenza)

(photo credits cdn.images.express.co.uk)

Stiamo assistendo ad una vera e propria esplosione di fake news, che una volta passato il momento di emergenza, potremo annoverare certo come il periodo buio dell’informazione. A farla da capostipite, tutte quelle notizie para-scientifiche che però di scientifico hanno poco, ovvero tutti quei metodi più o meno casalinghi, per proteggersi dall’attuale contagio da Covid19. Uno su tutti: l’uso della vitamina C, assunta in maniera massiccia, per prevenire e combattere le patologie legate al Coronavirus.

A cosa serve la vitamina C e perchè non può aiutarci per combattere il Coronavirus: cosa dice la scienza

La vitamina C (acido ascorbico) per la prevenzione e il trattamento del raffreddore comune (e quindi parliamo di una forma molto meno aggressiva dell’attuale Coronavirus!!!) è stata oggetto di controversie per oltre 70 anni.

photo credits pinterest.de

Per scoprire se la vitamina C riduce la possibilità di ammalarsi di malattie da rafreddamento o se è in grado di ridurne la gravità se assunta regolarmente o se usata come terapia non appena ci accorgiamo di avere i primi sintomi, sono stati confrontati ventinove studi che hanno coinvolto 11.306 partecipanti.

È stato così esaminato l’effetto dell’assunzione regolare di vitamina C sia sulla durata del raffreddore comune (per un totale di 9745 episodi) che sulla gravità:

  • negli adulti, la durata del raffreddore è stata ridotta dell’8% (dal 3% al 12%)
  • nei bambini del 14% (dal 7% al 21%)
  • mentre non è stato osservato alcun effetto nè sulla durata nè sulla gravità del raffreddore negli studi terapeutici ovvero quando la vitamina c veniva assunta una volta avuti i primi sintomi.

L’incapacità della supplementazione di vitamina C di ridurre l’incidenza dei raffreddori nella popolazione, indica che l’assunzione di integratori di vitamina C non è giustificata, tuttavia la vitamina C può essere utile per le persone esposte invece a brevi periodi di intenso esercizio fisico, riducendo la durata del raffreddore, anche se questo effetto non è stato in effetti replicato negli studi effettuati.

In definitiva quindi, se amiamo le spremute di agrumi, perchè privarcene ma certamente optare per una compressa di vitamina C quotidiana come spauracchio per le malattie da raffreddamento, o peggio per tener lontano il Coronvirus, credendo non ci ammaleremo, purtroppo non sembra essere la scelta più sensata. La scienza ci dice che forse sarà del tutto o quasi, inutile.

Attenersi alle disposizioni del Ministero della salute, restare in casa e certamente se desideriamo aumentare le difese immunitarie adottare uno stile di vita più sano, a partire dal nostro microbioma, sono scelte più adatte.

Come aumentare le difese immunitarie: l’importanza del microbioma

Il modo migliore per avere un corpo in salute, aumentando le nostre difese immunutarie? avere un intestino sano e quindi un microbioma in salute.

photo credits theconversation.com

…continua a leggere l’articolo completo su Patreon, become a Patron!

Fonti:

  • Vitamin C for preventing and treating the common cold https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23440782
  • The role of the microbiome for human health: from basic science to clinical applications https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5962619
  • Microbiome Research Is Becoming the Key to Better Understanding Health and Nutrition https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6009232
  • Gut Microbiome: Profound Implications for Diet and Disease https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31315227
  • One Health, Fermented Foods, and Gut Microbiota https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6306734/
  • Fermented foods, microbiota, and mental health: ancient practice meets nutritional psychiatry https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3904694/
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “Perchè la vitamina C non ci salverà dal Coronavirus (e nemmeno dalla comune influenza)

    1. Ciao Antonio, sappiamo che è molto importante fare riferimento sempre a fonti attendibili. Le fake-news sono sempre dietro l’angolo ma un buon giornalista (ed un lettore attento) deve verificare le fonti. In fondo agli articoli che trovi sul blog, puoi leggere sempre le nostre fonti, questo è molto importante. Grazie per la tua fiducia 🙂 a presto, Kia

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!