Ecosostenibilità

Fuorisalone 2015: design is green

moss ball
moss ball • photo credit Carmela Kia Giambrone

Ammettiamolo chi è esperto di design e furniture, chi mangia pane e architettura è anche poco incline a ciò che è davvero verde a meno che non sia un vero green addicted.

E quel che è certo è che troppo di frequente il concept green pare essere inserito ad hoc ed a occhi attenti spesso somiglia molto ad un melodioso canto di Sirena.

Non basta comporre un set vegetale o inserire qualche elemento di legno grezzo per rendere il tutto meno impattante e così concentrarsi sul cosa non viene indicato nella didascalia è la scelta più furba.

Quest’anno ho deciso di godere anch’io dell’esperienza più ricca di eventi e idee qual’ è il fuorisalone, evento tutt’altro che collaterale al Salone del Mobile.

A dirla tutta la mia esperienza è iniziata seguendo una preselezione doverosa vista la quantità di presentazioni e realtà ed il tempo a mia disposizione (decisamente insuffciente!): dove trovare vera sperimentazione oltre il puro marketing? quali aree (o …#district) preferire?

bene, la mia scelta è stata quella di approfondire (lanciandomi a capofitto!) zona Lambrate-Ventura e credo proprio sia stata quella più azzeccata.

Emergenti e studenti, sperimentazioni reali e contaminanti ecco cosa ho potuto vedere nel distretto dove l’arte si mescolava in maniera del tutto naturale con la voglia di stupire out-of-profit.

Cosa ho visto?

Continua a leggere l’articolo su Patreon, become a Patron!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

1 thought on “Fuorisalone 2015: design is green

  1. Che valanga di emozioni! Io provengo da quel mondo a volte incomprensibile del disegno industriale e ahimé non sono mai stata a Milano in questa occasione. Mi perderei davvero in tutte queste cose meravigliose e impazzirei! Grazie per aver condiviso queste immagini, davvero belle e ispirazionali! 😉

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!