Arte

Arts and Foods: oltre ciò che vi sareste mai aspettati

Arts and foods
Arts and foods Triennale di MIlano • photo credit Carmela Kia Giambrone
Triennale di MIlano
Arts and foods Triennale di MIlano • photo credit Carmela Kia Giambrone

“Mangia mangia mangia”

ecco ciò che parrebbe dirci questa mostra se solo le riservassimo un semplice e veloce sguardo.

Invece noi non ci accontentiamo ed una volta varcata la soglia, iniziamo scrupolosamente e con curiosità ad incamminarci lungo il percorso espositivo come giovani archeologi alla ricerca della nostra storia.

Immediatamente ci accorgiamo come l’etichetta “mostra” sia una scelta decisamente riduttiva.

Arts and foods sembra infatti essere uno dei più grandi allestimenti artistici mai visti in Triennale: 7000mq colmi d’arte, cultura e vita tutti da assaporare passo dopo passo.

Tre aree, cronologicamente consequenziali (ma non solo) dedicate a ciò che da metà del 1800 sino ad oggi ha rappresentato il passato, rappresenta il presente e rappresenterà il futuro dell’azione che ci accomuna tutti, della materia che interessa ognuno di noi senza distinzione alcuna, quella stessa materia e quella stessa azione che tanto ci accomuna quanto ci diversifica: la pietanza rende tutti noi tanto uguali quanto profondamente diversi, nelle scelte, nell’atto, nei gusti e forse in molto di più.

Ma non è sempre stato così: il cibo come nutrimento per il corpo -prima- piano piano si fa nutrimento per l’anima trasformandosi esso stesso e la società che lo circonda, che lo crea, che lo ingloba.

Se all’inizio il cibo era qualcosa che in punta di piedi veniva consumato in famiglia ora pare essere invece soggetto che urla e si dibatte davanti ai nostri occhi, dirompente ed eccessivo.

Continua a leggere l’articolo su Patreon, become a Patron!

Triennale di MIlano
Arts and foods Triennale di MIlano • photo credit Carmela Kia Giambrone
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!