Home » Autoproduzione, CasaKia, collaborazioni, DIY, Ecosostenibilità, Eventi, Video » Autoproduzione: oltre la crisi

Autoproduzione: oltre la crisi

AUTOPRODUZIONE

…schiacciando l’occhio al “Design italiano”

Ebbene avvicinarsi all’autoproduzione a volte è una scelta inconsapevole. Le nostre nonne quando facevano le torte in casa o preparavano il sapone per tutta la famiglia non la chiamavano certo così, per loro era solo la normale routine.

Accudire la famiglia, sbrigare le faccende domestiche non era un’arte, era un’esigenza.

Oggi invece possiamo comprare tutto ciò che ci serve: dalla cena ai detersivi, fino a quegli oggetti che dagli anni ’50 del secolo scorso sono entrati a far parte della nostra normalità sbrigando al posto nostro molte delle “faccende domestiche” più fastidiose e faticose.

Ma siamo davvero sicuri che questo sia il progresso che desideriamo?

Attenzione, non parlo di dismettere la lavatrice e tornare a lavare le lenzuola a mano eh, parlo del fatto che il “saper far da sé” a volte rende la vita più piacevole, realizzare con le proprie mani alcune delle cose di cui necessitiamo rende le nostre giornate anche più ricche!

Certo, per fare un sapone in casa abbiamo bisogno di sapere, conoscere, studiare, sperimentare.

Abbiamo bisogno di qualche ora libera ed infine otteniamo “solo” quello che in 5 minuti avremmo potuto avere se solo fossimo andate nel negozio sotto casa ad acquistarlo.

Ma è davvero lo stesso? cioè, non solo il sapone (che è evidente non lo sia!) ma parlo di quello che rimane.

Saponificare (ma questo è solo un esempio… potrei parlare infatti dell’orto, del compostaggio, dei detersivi, delle creme di bellezza, del cibo, dei dolci, del pane…insomma di mille altre cose….) ci permette in fondo di riappropriarci del valore una società come la nostra desidera farci dimenticare:

siamo in grado di creare e scegliere, possiamo decidere NOI di cosa abbiamo davvero bisogno e di cosa invece possiamo fare a meno e questa non è un’impresa da titani.

L’autoproduzione oggi è la più grande forma di ribellione e di consapevolezza, la diffusione delle pratiche del “fatto-in-casa” permette di costruire una società più a misura di uomo-donna-bambino e decisamente più in armonia con la Terra (che non è di nostra proprietà …noi siamo solo ospiti!)

Descrescere (felicemente) non è solo possibile ma è il modo più sano vivere la vita quotidiana.

Amo creare con le mani, usando la testa ed il cuore e quando ai miei laboratori insegno come fare il pane in casa o come è facile riciclare totalmente gli scarti da cucina per avere terriccio per le proprie piante, vedere negli occhi delle persone la gioia di aver appena compreso la semplicità di queste azioni mi ripaga della fatica e delle difficoltà che incontro.

Avrei voluto scrivere un post parlando della bellissima esperienza del laboratorio (primo!) di cosmesi naturale a CasaKia avvenuto a marzo dove ho avuto la meravigliosa opportunità di conoscere Cristina, Elisa, Patrizia, Sonia e di reincontrare Giulia, Barbara ed Andrea.
Gruppo deliziosamente affiatato, clima molto rilassato anche se devo ammettere che mi sono sentita davvero nervosa (questo forse perchè benchè siano passati molti anni dal mio primo laboratorio mai avevo avuto la possibilità di fare quest’espreienza nel luogo più prezioso per me: la mia casa!)
Le ricette in programma da realizzare dovevano essere 24, ne abbiamo realizzate qualcuna in meno perchè forse (ehm…sì forse!) ho esagerato e le ragazze (e ragazzo) sono state tanto gentili (e ve lo dico è stata una soddisfazoine enorme!) decidendo di fermersi ben 2 ore oltre la fine dell’orario pervisto di fine del corso e questo in piena autonomia… così tornando a casa con il proprio bottino di creme e detergenti hanno finalmente potuto sperimentare (è proprio il caso di dirlo!) sulla propria pelle che la cosmesi, quella buona, cruelty-free, vegan e sostenibile non solo è semplice ma anche alla portata di tutti (i due concetti veramente importanti a cui tenevo di più!)

Avrei voluto scrivere un post parlando della bellissima esperienza a Fà-la-cosa-giusta (la fiera che c’è stata pochissimo tempo fa a Milano) dove anche quest’anno non solo ho scambiato pareri e consigli e suggerimenti durante (e dopo) il mio laboratorio di domenica pomeriggio “Fatto-in-casa@CasaKia” con chi ha deciso di passare con me un paio d’ore del suo pomeriggio ma dove ho rivisto (o incontrato per la prima volta!) tanti amici e amiche come Marta (ed il suo kefir donato!), Andrea e la sua energia positiva Sonia ed Elisa di FunnyVegan, Riccardo ed il suo solare sorriso, Marina ed i suoi Orti sospesi, la dolcissima Francesca ed il suo cibo supersonico (sempre in viaggio!) e Federica con la gioia di vedere come cresce la sperimentazione del compostaggio (ehehe, visto! 😉 )

Avrei voluto raccontarvi l’immeso piacere di collaborare con il bel programma di Licia Colò Animali e animali.it-quando l’ambiente chiama (in onda dal lunedì al venerdì su tv2000 alle 14.15…le puntate le trovate sul Canale YouTube di CasaKia) o infine raccontarvi di chi fino a ieri sera mi ha scritto per partecipare alla IV edizione del #Barattodisemi presente come evento anche sulla pagina FB del blog

…come spesso accade però… le immagini valgono più di mille parole!
   

Ho capito che è bene diffidare da chi si mostra l’unico detentore della conoscenza o della verità.La conoscenza deve essere diffusa ma anche lo spirito con il quale questa diffusione avviene risulta importante!
La gioia di fare ciò che amiamo, la felicità di vedere che anche altri praticano ciò che non solo è sostenibile per il Pianeta ma che permette anche lentamente a piccoli passi di uscire dal sistema economico del “PIL e del consumo massivo ed indiscriminato” è indecrivibile!
Sentirsi circondati da persone con il cuore pieno di reale desiderio di migliorare la nostra Terra, di fare “la propria parte” insomma non può che essere la vera spinta ad alzarci dal letto la mattina e l’unica soddifazione a fine giornata.

Ringrazio di cuore chi in tutti questi anni mi ha supportata e non ha mai smesso di farmi capire che gli sforzi per diffondere le buone pratiche non sono mai, in nessun, caso vani!

A breve metterò una sezione dedicata alle ricette di cui parlerò nel programma Animali e animali  (datemi solo un po’ di tempo!) 🙂

Il calendario Laboratori di CasaKia lo trovate QUI o sulla pagina FB del progetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

Rispondi