Ecocosmesi

Argilla: proprietà ed usi

argilla bianca caolino
Photo credits google.it

Sono finalmente in vacanza e sì… ebbene sì, mi ero ripromessa di non scrivere… beh almeno per la prima settimana ma…la voglia era davvero troppa e così ora in una calda mattinata d’inizio agosto, dopo aver fatto colazione, giocato con i miei piccoli mostri e sorseggiato una limonata fresca mi ritrovo seduta sotto gli alberi con un dolce sottofondo di uccellini …ma ho comunque deciso di abbandonare il mio piccolo buon proposito…

Tutto questo perché, finalmente con molto tempo a disposizione, sono riuscita a fare un punto chiaro sul mio quaderno di ecocosmesi e cure naturali fai da te… oltre a “Donne che corrono coi lupi” (lettura che però non ho ancora iniziato davvero a leggere…) in vacanza mi sono portata un po’ di “materiale da lavoro” libri, appunti e quaderni che negli anni sono diventati sempre più sgualciti sì, ma anche sempre più ricchi…

Ed allora la mia piccola borsa delle stranezze (come l’ha chiamata un’amica prima di partire…) quest’anno ospita il libro di Dafne Chanaz “Fare in casa cosmetici naturali”, “Belle senza paura” di Dawn Mellowship, “Il tuo sapone naturale” di P.Garzena e M.Tadiello, i due bellissimi mini prontuari della Urra di aromaterapia e di piante officinali ed il bel manuale “Erboristeria tutor” sempre della Urra (ultimissimo acquisto…).

argilla verde
Photo credits google.it

Poi certo ad arricchire il tutto c’è sempre il mio fidato portatile (con il mondo in connessione), il mio hard disk esterno (con files ed appunti sempre a portata di mano!) ed il mio quaderno degli incantesimi (…nome sempre dato dalla stessa amica sopra citata…)

Data la vastità dell’argomento negli anni mi sono interessata via via a cose sempre connesse tra loro ma allo stesso tempo diverse… la mia prima sperimentazione é stata quella degli oli e dei macerati, lavori che danno a mio avviso il massimo di soddisfazione con pochissimo dispendio di energie, poi é stata la volta degli unguenti e delle pomate, perfette perché durano a lungo, sono semplici e soprattutto  versatilissime, infine i tanto adorati saponi per poi arrivare alle creme vere e proprie (quelle più difficili da comprendere perché richiedono appunto l’aggiunta di acqua nella loro formulazione e quindi di conservanti).

Non sono un’erborista ma i miei studi in biologia certo mi aiutano a comprendere molto bene i difetti e le migliorie da fare, inoltre il tutto viene guidato dalla mia enorme passione, iniziata fin da quando avevo 12 anni, per tutto ciò che é erbe officinali, cosmesi naturale e fai da te ed in generale mi permette di sentirmi a mio agio con le nuove preparazioni che di volta in volta scopro inducendo a lanciarmi in sempre nuovi esperimenti.

Rileggendo, per esempio, uno dei manuali sopracitati mi sono ricordata di un aneddoto della mia adolescenza che avevo completamente rimosso: quando avevo 15 anni ero diventata amica della proprietaria dell’erboristeria vicino alla mia scuola.

Un giorno ricordo che ero andata da lei a prendere dell’argilla che solevo usare come base per le maschere per il viso e per il corpo. Ricordo che mi spiegò quanto la natura fosse meravigliosa dando a della “comune terra”, come molti potrebbero considerarla, così tante proprietà… fu proprio lei a consigliarmi una ricetta per uso interno che ancora oggi pratico (la potete trovare più avanti!)

Da allora infatti, in casa mia ho sempre argilla verde ventilata e caolino …ed ora anche questo piccolo ricordo mi ha dato la possibilità di comprendere, rifacendomi alle parole di quell’amica, quanto la natura sia davvero completa e fidata.

Questo mi é venuto in mente rileggendo la parte sulle argille nel manuale della Urra di Luca Fortuna, questo piccolo ma davvero ben fatto manuale che spiega a grandi linee quello che é bene sapere per avere un’infarinatura in fatto di cure naturali pratiche, recita così: “…le argille derivano da rocce particolari dette feldspati…i principali elementi contenuti in esse sono silicio, alluminio, titanio, ferro, magnesio, sodio, potassio…vengono utilizzate da millenni per una molteplicità di impieghi…le virtù delle argille sono: potere assorbente, di fissazione (neutralizza tossine e sostanze tossiche, virus e batteri), catalitico (velocizza processi fisiologici velocizzando i tempi di guarigione), cicatrizzante (stimola la rigenerazione dei tessuti), detossificante, antiradioattivo (la bentanite é in grado di assorbire la radioattività di un organismo animale contaminato)…”

Ma, per passare alla pratica, ecco come le uso io:

il caolino

Continua a leggere l’articolo su Patreon, become a Patron!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “Argilla: proprietà ed usi

  1. articolo interessantissimo!! proprio nel momento in cui pensavo che “dovevo” avere dell’argilla in casa… grazie!

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!