Ecosostenibilità, Salute, Scienza

12 regole per risparmiare l’acqua

L’acqua è la risorsa più preziosa che abbiamo, è di tutti, è unica e circolare, eppure nel mondo moltissimime sono le persone che non vi possono accedere liberamente. L’acqua non è un bene di lusso, è un bene primario, ma nella pratica non è davvero così.
Percentage of the population using an improved source of drinking water in 2015 photo credit theguardian.com
Chi di noi vive dal lato più fortunato del pianeta ha l’obbligo morale di fare ogni cosa sia in proprio potere per risaprmiarla. Ecco alcune semplici regole per aiutare a utilizzare in modo parsimonioso un bene tanto importante per la vita di ogni essere vivente.

REGOLA 1– Far riparare le perdite del proprio impianto: un rubinetto che gocciola al ritmo di 90 gocce al minuto spreca 4.000 litri di acqua all’anno; un foro di un millimetro in una tubatura, provoca in un giorno, una perdita di 2.328 litri di acqua.

REGOLA 2– Non usare troppi detersivi per la pulizia della casa, scegli di essere green anche nelle pulizie di casa.

REGOLA 3Non usare la toilette come discarica di sostanze tossiche, detersivi,…

REGOLA 4– Innaffiare l’orto con acqua piovana raccolta precedentemente e i fiori e le piante in vaso con acqua già utilizzata per lavare verdura e frutta; si possono cosi’ recuperare oltre 6.000 litri di acqua potabile all’anno. Optare per l‘irrigazione goccia a goccia.

REGOLA 5– Far funzionare la lavatrice o la lavastoviglie a pieno carico; si ottiene cosi’ un risparmio pari a 8.000 / 11.000 litri di acqua potabile all’anno per famiglia, scegli detersivi ecologici o fatti in casa come il detersivo per la lavatrice fatto in casa.

REGOLA 6Pulire i piatti subito dopo i pasti, togliere lo sporco più grossolano, condire la pasta nel tegame ancora caldo evitando di sporcare un’altra terrina; questi piccoli accorgimenti permettono un risparmio idrico, energetico e di detersivi.

REGOLA 7– Usare l’acqua di cottura della pasta o del riso per lavare i piatti e le stoviglie; questa ha infatti un forte potere sgrassante e permette cosi’ un risparmio idrico e di detersivi.

REGOLA 8– Scegliere prodotti per l’igiene personale ecologici, sperimentare l’autoproduzione (lo spignatto e la bellezza verde) oppure nuovi prodotti come le farine per la pulizia di corpo e capelli. Per la pulizia della casa il più possibile a basso impatto ambientale: lisciva, bicarbonato, aceto, acido citrico per esempio sostituiscono egregiamente la maggior parte dei detersivi esistenti.

REGOLA 9– Fare la doccia la posto del bagno. Per una normale doccia si possono consumare dai 20 ai 50 litri di acqua, cinque volte in meno di un bagno in vasca.

REGOLA10Chiudere il rubinetto mentre si lavano i denti e tappare il lavandino al momento di farsi la barba; questo permette di risparmiare fino a 7.500 litri l’anno per una famiglia di tre persone.

REGOLA11– Applicare un frangiflutto a un rubinetto per arricchire d’aria il getto d’acqua; questo consente ad una famiglia di tre persone di risparmiare fino a 6.000 litri di acqua all’anno.

REGOLA12– Pensare sempre che l’acqua è una risorsa limitata e non a disposizione di tutti, un piccolo gesto fa parte del senso di responsabilità nei confronti del nostro Pianeta. Sperimentare la vita a impatto minimo partendo da qui.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

5 thoughts on “12 regole per risparmiare l’acqua

  1. Grazie Kia, è tutto molto interessante. Oltretutto si tratta sono solo di piccoli accorgimenti che non ci costano nulla, non sono difficili da applicare.
    Un abbraccio Veggie
    P.S. complimenti per la nuova veste del blog, devi averci lavorato molto, mi piace!

  2. Sì è vero, bsasta far attenzione ea piccole cose e si può davvero risparmiare molto!^-^….grazie sono felice che ti piaccia la nuava veste grafica , in realtà lo sto ancora testando…:)un bacione e a presto!^-^

  3. Ciao! Ho trovato il tuo blog per caso…ma ci tornerò molto spesso…ho visto che abbiamo molti interessi i comune!!!! E’ davvero tutto molto interessante1

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!