Ecosostenibilità

La tua vita senza plastica: sperimenta il #plasticfreejuly

Estate: tempo di relax, certo, ma anche di istanti liberi per riflettere e progettare, lasciando vagare la mente tra le mille e una idee che la popolano durante tutto il resto dell’anno.

Uno dei tanti argomenti che affollano la mia è certamente la sostenibilità.

Spesso, per molti, il concetto di impronta e impatto minimo è spesso un concetto legato a grandi azioni che, se viste dal proprio piccolo punto di vista, può far quasi quasi spaventare o addirittura donare senso di impotenza.

Niente di più lontano dalla realtà in effetti basta pensarci un attimo su.

Per essere più sostenibili, verdi e attenti all’ambiente basta esserlo un poco di più tutti i giorni, compiendo i gesti quotidiani che facciamo da sempre, aggiungendo però un pizzico di sensibilità e consapevolezza in più di quella che usiamo di solito.

Plastic free july: 1 mese senza plastica

In questi giorni il tam-tam corre sui social, Instagram per primo: la campagna #plastifreejuly è partita dall’Australia ed ha interessato più di 150 paesi (in Italia c’è la famosa Zero Waste Italia che dal 2009 si pone come obiettivo i rifiuti zero e che con mia grande fortuna, ho potuto incontrare il suo presidente Rossano Ercolini alcuni anni fa durante una presentazione all’ecostreet di Arezzo).

Grazie alla Fondazione omonima che dal 2011 ha come mission la costruzione di un movimento nel mondo che riduca l’uso della plastica e ne migliori il riciclaggio, questo hashtag ha risvegliato non poco le coscienze di chi si era per un attimo scordato le brutte immagini di mammiferi, pesci e persone che ormai da tempo vivono in un vero e proprio oceano di plastica e microplastica.

La domanda allora sorgeva spontanea: chi lo crea questo oceano?

Continua a leggere l’articolo su Patreon, become a Patron!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!