Alimentazione

Come fare una spesa a lunga conservazione ai tempi del Coronavirus

Photo credits purecottongrass.com

In queste settimane difficili per il nostro Paese e per il mondo intero, stilare una lista della spesa “a lunga conservazione”, sembra poter essere una di quelle skill, da inserire nell’aggiornamento del nostro Curriculum vitae.

In tempi come questi, fatti di grande attenzione per la nostra salute e per quella di chi ci circonda, molte sono le persone che hanno deciso che per sentirsi più tranquilli, fosse necessario approntare una dispensa più ricca del solito, andando così nei supermercati a qualunque ora del giorno e della notte, per approvviggionarsi il più possibile per una spesa d’emergenza.

Con la tranquillità riconfermata anche dal nostro Presidente del Consiglio durante l’ultima conferenza stampa, ovvero che i beni di prima necessità e i negozi di alimentari non chiuderanno, cerchiamo comunque di rispondere alla domanda che molti si stanno facendo in questi giorni: come fare la spesa ai tempi del Coronavirus? ovvero in modo da uscire il meno possibile, quindi cosa scrivere nella lista della spesa per rendere la propria dispensa una dispensa a lunga scadenza insomma? con questo articolo ho cercato di rispondere a questi quesiti.

Come fare una spesa a lunga conservazione ai tempi del Covid19

Per rispondere a queste domande, ho aperto la mia di dispensa e ho deciso di raccontare, cosa racchiude di utile: alimenti comodi e preziosi in un momento come questo, caratterizzato dall’esigenza per la nostra e per la salute pubblica, a causa del Coronavirus, in cui anche andare a fare la spesa più di una singola volta in una settimana, ci può sottoporre a possibili rischi per la nostra salute. Ecco quindi, qualche indicazione utile, su come approntare una dispensa a lunga conservazione, sana, nutriente e 100% vegetale naturalmente!

Partiamo dalle basi: i prodotti freschi

Estratto kale zenzero curcuma
Photo credit Carmela Kia Giambrone

Verdura e frutta fresche, biologiche e di stagione, ove possibile addirittura coltivate da sè. Per quelle freschissime, per poter ridurre lo spreco alimentare, è possibile, una volta acquistate (optando anche per i servizi on line se lo preferiamo o per lo sfuso in modo da acquistarne la quantità che desideriamo) conservarle in freezeer, scottate o cotte, oppure una volta lavate e tagliate, affettarle sottilmente ed essiccarle, grazie perchè no ad un essiccatore fatto in casa.

Tra le verdure includo sempre cipolle, aglio e limoni che sono gli elementi “prezzemolo” della mia cucina insomma i maisenza. Utilissimi e già di natura a lunga conservazione.

I prodotti che non devono mancare in dispensa

Cosa non deve mancare mai per una dispensa a lungo termine? tutti quegli alimenti che possono durare a lungo e che una volta conservati sottovuoto, oppure in barattoli di vetro (perchè no riciclati!) ci permetteranno di essere certi, di poter sempre improvvisare un piatto ricco e completo in qualunque momento.

teff
Photo credits Carmela Giambrone

…continua a leggere l’articolo completo su Patreon, become a Patron!

Rimani sempre aggiornato!

Per rimanere aggiornato su tutte le news su slow living, sostenibilità e scelta vegan, iscriviti alla newsletter di equoecoevegan.it! Inserisci l’indirizzo e-mail qui sotto e clicca su “Iscriviti”!
Riceverai comodamente nella tua e-mail le notizie di Equo, eco e vegan appena pubblicate! Ricorda il servizio è gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento tu lo desideri. A presto su Equo, eco e vegan!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “Come fare una spesa a lunga conservazione ai tempi del Coronavirus

dimmi cosa ne pensi, lascia un tuo commento!